Salvatore Parolisi libero per buona condotta, la decisione dei giudici

0
490
Salvatore Parolisi
Salvatore Parolisi (foto dal web)

Salvatore Parolisi, in carcere per l’assassinio della moglie Melania Rea, potrebbe essere presto libero per buona condotta

Nel 2011, Salvatore Parolisi uccise brutalmente sua moglie Melania Rea. Il corpo della donna fu ritrovato nel bosco di Ripe di Civitella, martoriato da 35 coltellate. I sospetti ricaddero subito sull’uomo, che venne condannato a 30 anni di carcere nel processo di primo grado, con l’accusa di omicidio volontario aggravato da crudeltà. In secondo grado, la condanna venne ridotta a 20 anni, pena confermata poi dalla Corte d’Appello. In tutto questo tempo l’uomo non ha mai smesso di proclamarsi innocente. Anzi, sta studiando giurisprudenza, per valutare una possibile richiesta di ricorso. In particolare, Parolisi ha chiesto tramite i suoi avvocati di poter uscire dal carcere per buona condotta, ipotesi che potrebbe realizzarsi entro la fine dell’anno. Non si hanno ancora notizie certe, tutto spetterà alla valutazione del giudice che deciderà se accogliere o meno la richiesta di Parolisi. In tal caso, non mancherebbero le discussioni.