Mercedes, Hamilton lancia l’allarme: “Perdiamo un secondo dalla Ferrari”

0
1181
La Mercedes di Valtteri Bottas in pista a Spa-Francorchamps nelle prove libere del Gran Premio del Belgio 2019 di F1 (Foto Steve Etherington/Mercedes)
La Mercedes di Valtteri Bottas in pista a Spa-Francorchamps nelle prove libere del Gran Premio del Belgio 2019 di F1 (Foto Steve Etherington/Mercedes)

F1 | Mercedes, Hamilton lancia l’allarme: “Perdiamo un secondo dalla Ferrari”

Le prove libere del Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps non si sono rivelate particolarmente rassicuranti per la Mercedes. Sulla pista delle Ardenne, dove è la potenza a fare la differenza, la Ferrari ha dominato entrambi i turni, nonostante la Freccia d’argento abbia provato a limitare i danni portando al debutto proprio oggi la terza ed ultima evoluzione del suo motore.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Eppure non solo il nuovo propulsore si è comunque rivelato inferiore a quello vecchio della Rossa, ma ha anche incontrato qualche problema di gioventù. “Non è stata una grande giornata per noi”, ammette Lewis Hamilton. “Nella prima sessione ho avuto un problema con l’acceleratore e praticamente ho perso potenza, perciò ho dovuto giocare con i giri del motore per cercare di rientrare ai box. Poi sono riuscito a metterci una pezza spostando qualche interruttore, sono tornato in pit lane, sono uscito di nuovo in pista e ho avuto un altro problema. C’è stata parecchia confusione. Solo sul finale sono riuscito a fare qualche giro, ma niente di spettacolare”.

La Mercedes punta tutto sulla gara

Anche nel pomeriggio le cose per il campione del mondo in carica non sono migliorate: “Abbiamo fatto qualche modifica all’assetto, quando il secondo turno era già iniziato da parecchio, e le sensazioni sono migliorate molto, ma abbiamo ancora del lavoro da fare”. Lo conferma il fatto che Hamilton abbia chiuso il venerdì a quasi un secondo di ritardo dal miglior tempo di Charles Leclerc.

Leggi anche —> La Ferrari vola a Spa, ma non si fida della Mercedes: “Si sono nascosti”

Un secondo accumulato quasi tutto sul dritto: “Le Ferrari vanno molto forte, sono di quasi un secondo più veloci di noi solo sul rettilineo che porta alla curva 5”, analizza il capolista iridato. “È impressionante, ma cercheremo di ridurre questo distacco. Siamo già in lotta e questo è positivo. La Ferrari ha un bel margine specialmente nel primo intermedio, immagino che noi recuperiamo terreno in quello centrale, e poi nell’ultimo settore siamo molto vicini. Non c’è molto che possiamo fare per rimontare, loro vanno forte sul rettilineo dall’inizio dell’anno, perciò avevo la sensazione che questo weekend sarebbero stati molto competitivi”.

Leggi anche —> Ferrari, Leclerc ha mezza pole in tasca. Ma per la gara c’è preoccupazione

L’evoluzione del motore non ha fatto particolarmente la differenza: sul giro complessivo vale meno di mezzo decimo. “Dobbiamo cercare di mettere loro pressione in qualche altro modo”, conclude Hamilton, “se non ci riusciamo con la velocità pura. Penso che sul passo gara siamo stati molto forti. Vettel ha girato tra l’1:50 alto e l’1:51 medio, io sempre sull’1:50 medio-basso. Sarà interessante capire quanto carburante avevano imbarcato e quanto sono durate le loro gomme. Ma se riusciremo ad andare forte in gara, sarà positivo”.

Fabrizio Corgnati