WRC, Sebastien Ogier attacca Citroen: “C3 macchina scadente”

0
145
Sébastien Ogier (©Getty Images)

WRC| Sebastien Ogier attacca Citroen: “C3 macchina scadente”

Lontano dalla vittoria dallo scorso marzo quando arrivò davanti a tutti nel Rally del Messico, Sébastien Ogier ha come facilmente immaginabile i nervi a fior di pelle. Ormai soltanto 3° nella classifica generale piloti con 165 punti contro i 205 del leader indiscusso Ott Tänak, il campione in carica ha quasi alzato bandiera bianca in termini di chance di riconferma.

Notoriamente ambizioso e cannibale, abituato non solo a vincere le gare, ma pure a fare incetta di speciali, il francese ha ammesso di non sentirsi per nulla a proprio agio ora che neppure è in grado più di segnare uno scratch.

Non posso fare di più, non posso fare niente. Semplicemente non posso guidare questa macchina, ha dichiarato allarmato al termine di un weekend della Germania che negli anni gloriosi con il marchio Volkswagen lo vedeva sempre o quasi trionfare.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In pratica, l’amarezza per la mancanza di risultati, il driver di Gap l’ha tutta attribuita al team Citroen e alla loro incapacità di fornire a lui e al compagno di squadra Esapekka Lappi una C3 competitiva abbastanza da poter se non altro dare fastidio allo squadrone Toyota.

“Non è stata certo la corsa che mi auguravo“, ha affermato al ritorno all’assistenza di Trier domenica scorsa, deluso per l’ottavo posto conquistato e poi diventato settimo grazie ad un giochetto tattico della scuderia che ha fatto penalizzare lo scudiero finnico.

“ho dato tutto me stesso e a tratti ho attaccato al massimo, ma non è stato sufficiente”, si è lamentato. “I tempi non arrivavano e le forature rimediate ci hanno complicato la vita. Speravamo di poter invertire la tendenza, ma sfortunatamente la situazione in campionato non si è evoluta nella giusta direzione. In ogni caso continuerò a lottare come ho sempre fatto“, ha chiosato il transalpino che, nel 2020, appenderà il casco al chiodo.  

Chiara Rainis