Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi aveva ragione, con le novità richieste la Yamaha vola

La notizia di giornata nei test di Misano è che la Yamaha vola. A metà giornata il team di Iwata ha piazzato addirittura 3 moto nei primi 4. In particolare a brillare ci hanno pensato Fabio Quartararo e Valentino Rossi rispettivamente 1° e 2°, staccati di pochissimi millesimi l’uno dall’altro.

In particolare hanno fatto il proprio esordio in pista a Misano i famosi pezzi tanto richiesti da Valentino Rossi. Yamaha ha portato al battesimo il nuovo forcellone in carbonio e uno scarico evoluto, che sembrano aver dato quel quid in più alle moto prodotte a Iwata.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Portato anche nuovo motore

Yamaha tra le più attive in questi test, e ci mancherebbe visto il ritardo accumulato sui competitor in questi ultimi 2 anni. La squadra giapponese ha deciso di far esordire anche una nuova specifica di motore evoluto per il 2020.

Proprio quest’ultimo componente ha destato maggiore attenzione da parte dei piloti che devono capire a questo punto se Yamaha sta già seguendo la giusta direzione in vista della prossima stagione. In questa stagione, infatti, alla squadra di Iwata è mancato il motore, non certo a livello di quello Honda e Ducati.

In questi mesi si sta tanto lavorando anche a livello di elettronica poiché la Yamaha ha bisogno di coniugare una buona potenza del propulsore alla tanto decantata guidabilità della M1. Per ora le novità sembrano soddisfare i piloti che sembrano tutti molto veloci con le nuove specifiche, che danno quindi ragione a Valentino Rossi, che da tempo aveva fatto determinate richieste.

Antonio Russo