Presentato il calendario F1 2020: avrà un numero record di gare

0
176
F1 Griglia Australia 2018 (©Getty Images)

F1 | Presentato il calendario 2020: avrà un numero record di gare

Manca ancora l’ufficialità, ma l’impegno del Circus per il prossimo anno dovrebbe essere più o meno come quello proposto dal calendario provvisorio pubblicato nella serata di mercoledì.

Ciò che colpisce è innanzitutto il numero delle prove in programma, ben 22, e se la Germania dovesse dare il via libera potrebbero diventare anche 23.

La partenza è prevista come al solito in Australia il 15 marzo. E qui la prima novità. Il Bahrain, secondo round fissato, sarà immediatamente la settimana successiva, mentre il 5 aprile andrà in scena l’inedito e attesissimo GP del Vietnam, sul circuito cittadino di Hanoi.

Il 19 aprile si andrà in Cina e il 3 maggio si svolgerà la prima corsa europea della stagione, per la prima volta dopo tanto tempo non in Spagna ( 10 maggio), bensì in Olanda, pista entrata di diritto in F1 per via della Verstappen Mania.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il 24 maggio si correrà nel Principato, mentre il 7 giugno a sorpresa toccherà all’Azerbaijan, seguito dal Canada che per anni ha rappresentato il primo appuntamento dopo Monaco. Il 28 giugno sarà in turno della Francia, quindi il 5 luglio dell’Austria e il 19 luglio, una settimana dopo rispetto allo slot scelto nel 2019 l’Inghilterra. La chiusura prima delle vacanze estive toccherà alla solita Ungheria il 2 agosto.

Al 30 agosto si riprenderà con il Belgio e poi con l’Italia sette giorni dopo. La trasferta a Singapore avrà luogo il 20 settembre back to back con la Russia. A ottobre spazio a Giappone, l’11, e al Texas, il 25. Messico e Brasile, saranno separati da due settimane l’1 e il 15 novembre.

Gran finale previsto il 29 novembre ad Abu Dhabi.

Dal nostro ingresso nello sport nel 2017 abbiamo cercato di portare nuovi eventi per ampliare il fascino della serie, consolidando altresì la nostra presenza in Europa che resta la casa tradizionale del Circus“, le parole del CEO Liberty Media Chase Carey. “Il mondiale a 22 gare ha ricevuto un sostegno unanime da parte della FIA e di tutte le squadre. Ciò dimostra chiaramente la fiducia che esiste nel futuro della disciplina“.

Il calendario provvisorio della F1 2020:

15 marzo GP d’Australia Melbourne
22 marzo GP del Bahrain Sakhir
5 aprile GP del Vietnam Hanoï
19 aprile GP della Cina Shanghai
3 maggio GP d’Olanda Zandvoort
10 maggio GP di Spagna Barcellona
24 maggio GP di Monaco Monaco
7 giugno GP dell’Azerbaijan Baku
14 giugno GP del Canada Montréal
28 giugno GP di Francia Le Castellet
5 luglio GP d’Austria Spielberg
19 luglio GP di Gran Bretagna Silverstone
2 agosto GP di Ungheria Budapest
30 agosto GP del Belgio Spa-Francorchamps
6 settembre GP d’Italia Monza
20 settembre GP di Singapore Singapore
27 settembre GP di Russia Sochi
11 ottobre GP del Giappone Suzuka
25 ottobre GP degli Stati Uniti Austin
1 novembre GP del Messico Città del Messico
15 novembre GP del Brasile San Paolo
29 novembre GP di Abu Dhabi Abu Dhabi

Chiara Rainis