L’ultima trovata di Lewis Hamilton: apre… una catena di fast food

0
490
Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)

F1 | L’ultima trovata di Lewis Hamilton: apre… una catena di fast food

Lewis Hamilton lancia un’altra attività imprenditoriale al di fuori della Formula 1: una nuova catena di fast food che si chiamerà Neat Burger. Il cinque volte campione del mondo farà parte di questa società, la cui caratteristica principale è di offrire piatti completamente vegani: dalle patatine fritte ai frullati a base di latte di cocco o di soia, passando naturalmente per gli hamburger, che saranno costituiti da tre diverse alternative, tutte rigorosamente vegetali.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Hamilton stesso, d’altra parte, dal 2017 si è convertito ad una dieta totalmente vegana, diventando un pubblico sostenitore di questa filosofia di vita e di alimentazione: “Sono molto appassionato dell’idea di essere più gentili nei confronti del nostro mondo”, ha commentato il pilota anglo-caraibico, “e rispetto molto l’impegno di Neat Burger nei confronti di pratiche più etiche e il loro sostegno alle piccole imprese, perciò sono davvero orgoglioso di supportarli. Ma ciò riguarda soprattutto il prodotto. Da persona che segue una dieta vegana, credo che ci serva un’opzione di street food di alta gamma più sana e dal gusto incredibile, ma che offra anche una possibilità interessante a chi voglia provare a mangiare senza carne di tanto in tanto”.

Il primo ristorante con questo nuovo marchio aprirà il prossimo 2 settembre a Londra, vicino a Regent Street, ma l’obiettivo dichiarato dalla società è quello di diventare “la prima catena internazionale di hamburger vegani”: per questo motivo il programma è quello di espandere il concetto a livello globale, con ben quattordici nuove filiali che dovrebbero aprire nei prossimi due anni. Insomma, quando Lewis Hamilton deciderà di appendere il casco al chiodo e di abbandonare la Formula 1, è destinato comunque a non annoiarsi: ha già una carriera da imprenditore alimentare che lo aspetta.