Superbike, ufficiale: Redding sostituirà Bautista nel team Aruba Ducati

Scott Redding
Scott Redding (©Getty Images)

Dopo l’annunciato addio di Alvaro Bautista, è stato chiaro fin da subito che il candidato principale a sostituirlo nel team Aruba Racing Ducati sarebbe stato Scott Redding. L’ex pilota MotoGP corre nel British Superbike Championship con la Panigale V4 R, seppur con un regolamento tecnico diverso, e rappresentava una soluzione logica.

Oggi Ducati ha confermato ufficialmente che il rider inglese prenderà il posto di Bautista dal prossimo campionato mondiale Superbike 2020. Nonostante le indiscrezioni su altre possibili scelte, ad esempio Johann Zarco, la casa bolognese ha finalizzato l’accordo per Redding. Il 26enne affiancherà Chaz Davies, già in possesso di un contratto per la prossima stagione.

Superbike 2020: Redding nel team Aruba Ducati, Bautista in Honda

Queste le parole dell’attuale pilota del team Be Wiser nel campionato BSB: “Sono davvero molto contento! Entrare a far parte del team Aruba.it Racing – dice Redding – Ducati è qualcosa che desideravo da tempo, perché lavorare con una squadra con cui potrò lottare per il titolo mondiale è davvero una grande opportunità per me. Ovviamente adesso rimarrò focalizzato al 100% sul British Superbike Championship, perché voglio provare a vincere questo campionato con la Ducati del team Be Wiser Racing prima di tornare a correre nuovamente in un campionato del mondo. Desidero ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questo sogno, e non vedo l’ora di salire in sella alla Panigale V4 R ufficiale nel mondiale Superbike!”.

Stefano Cecconi, team principal della squadra Aruba Racing Ducati ha così commentato: «È con grande piacere che diamo il benvenuto a Scott nel nostro team. Pur essendo un rookie nel BSB, alla prima esperienza con la Panigale V4R e con tante piste mai viste, Scott ha dimostrato da subito di essere velocissimo e di poter puntare dritto al titolo. Per questo abbiamo seguito con interesse ed apprezzato le sue prestazioni ben prima di trovarci a scegliere chi affiancare a Chaz nelle prossime stagioni. Con la sua determinazione ed esperienza sono convinto che potrà essere veloce fin da subito anche con la moto in versione WSBK. Saluto Alvaro con affetto e lo ringrazio per le emozioni incredibili che ci ha regalato quest’anno, sarà sicuramente un avversario duro da battere! Adesso però dobbiamo concentrarci sulla stagione in corso: non siamo più in vantaggio, ma il mondiale è ancora aperto e metteremo tutto il nostro impegno per concludere in bellezza la nostra collaborazione».

Redding rimpiazzerà Bautista, destinato ad approdare in Honda come ci ha confermato il suo manager Simone Battistella recentemente. Il pilota spagnolo ha deciso di sposare il nuovo progetto della casa di Tokio, che nel 2020 porterà nel campionato WorldSBK una nuova moto e ha voluto puntare su un rider di alto livello come Alvaro. In Ducati sono certi che non rimpiangeranno lo spagnolo, nonostante i suoi ottimi risultati in sella alla Panigale V4 R nel 2019.