Corpo di una donna rinvenuto in casa: la raccapricciante scena del crimine

0
155
omicidio viareggio
Polizia Scientifica (Getty Images)

Ad Arezzo una donna di 60 anni, probabilmente una prostituta, è stata ritrovata morta all’interno dell’appartamento in cui viveva con il marito: ad avvisare i soccorsi i vicini di casa.

Il corpo di Maria Aparecida de Sousa, 60enne di origine brasiliana, è stato ritrovato privo di vita all’interno dell’appartamento in cui viveva insieme al marito ad Arezzo. Sulle cause della morte stanno indagando gli inquirenti: con molta probabilità la donna, che secondo quanto riportato dalla redazione de La Nazione svolgeva l’attività di prostituta, sarebbe  stata uccisa per strangolamento ed avrebbe ricevuto un colpo alla testa. Il suo corpo era nudo dalla vita in giù.

Arezzo, donna ritrovata morta in casa: nuda e legata al letto

È giallo ad Arezzo dove, intorno alle 19 della giornata di ieri 26 agosto, il corpo di una 60enne di origine brasiliana, Maria Aparecida de Sousa, è stato rinvenuto privo di vita all’interno dell’appartamento in cui viveva con il marito. La donna, stando a quanto riportato da La Nazione probabilmente era una prostituta. Il corpo era legato al letto per il collo e presentava una lesione cranica derivante da un colpo ricevuto alla testa con un corpo contundente. Secondo le prime ipotesi avanzate dagli inquirenti la morte potrebbe essere stata causata dallo strangolamento; la polizia indaga per omicidio.

Il pubblico ministero incaricato delle indagini, Chiara Pistolesi, ha dichiarato che il corpo è stato trovato dai vigili del fuoco e che l’allarme è stato lanciato dai vicini; resta da stabilire l’ora del decesso della donna, che con molta probabilità non deve essere avvenuto oltre la giornata di lunedì. La polizia giudiziaria ha ispezionato sia l’appartamento dove era stato rinvenuto il corpo, sia altri alloggi dello stabile. I residenti della zona, riporta La Nazione, avrebbero affermato che di consueto la notte, all’interno dello stabile, ci sarebbe un intenso andirivieni di persone. Al momento, proprio per tale ragione, l’ipotesi più accreditata dagli inquirenti è che il delitto sia stato commesso da un cliente della 60enne, forse al termine di una lite. Nell’appartamento di via della Robbia, a due passi da Santa Maria delle Grazie, la donna era sola, in quanto il marito si trovava in vacanza in una località di mare. Dopo ben cinque ore di rilievi, la scena del crimine è stata posta sotto sequestro e la salma è portata all’obitorio dove verrà eseguita l’autopsia.

Leggi anche —> Drammatico incidente stradale: bambino muore tra le braccia dei soccorritori