Daniil Kvyat (©Getty Images)

F1 | Kvyat in vena polemica: “Io, autore dell’unico podio Toro Rosso”

Se c’è un pilota di epoca moderna che ha avuto e sta avendo un percorso alquanto incidentato e complicato in F1, quello è Daniil Kvyat. Approdato nel 2014 alla piccola Toro Rosso e subito dopo promosso alla Red Bull, è stato dapprima ricacciato nel team di Faenza in corso di 2016 per far posto a Verstappen, e poi definitivamente messo alla porta l’anno successivo. Rientrato quest’anno nel Circus di nuovo al volante della sorella minore della squadra energetica, il russo ha tuttavia dovuto subire l’onta del venir scartato al momento della decisione su chi avesse dovuto sostituire il deludente Pierre Gasly alla Red Bull.

Mi è stato detto tutto all’improvviso“, ha raccontato il driver di Ufa al sito Championat a proposito della promozione del debuttante  Albon. “E’ stato Helmut Marko via telefono ad avvisarmi. Penso comunque ci sia soltanto da rispettare la scelta. E’ chiaro che l’intenzione sia di verificare ciò che può fare Alex alla guida dalla RB15 e con un compagno scomodo come Max”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ciò che succederà dopo il 2019 resta ancora un’incognita“, ha proseguito il neo papà palesando tutti i suoi dubbi sul suo futuro. “Fra due o tre settimane ne sapremo di più. Per quanto mi riguarda dovrò continuare a fare bene il mio lavoro Solo così andrà tutto bene. Ciò che conta è focalizzarsi sui risultati e i progressi“.

“Ad oggi sono convinto di essermi espresso a dovere ed infatti in Germania la Toro Rosso è salita sul podio, per la prima volta in undici anni, grazie a me e a quanto fatto dai ragazzi“, si è tolto qualche sassolino dalle scarpe. “Sono contento di essere stato io a portarla a questo traguardo“, ha quindi concluso.

Chiara Rainis