Danilo Petrucci in gara al Gran Premio di Gran Bretagna 2019 di MotoGP a Silverstone (Foto Adrian Dennis/Afp/Getty Images)
Danilo Petrucci in gara al Gran Premio di Gran Bretagna 2019 di MotoGP a Silverstone (Foto Adrian Dennis/Afp/Getty Images)

MotoGP | Ducati, l’incidente di Dovizioso rovina la gara anche a Danilo Petrucci

Quando si dice, prendere due piccioni con una fava. I volatili del proverbio in questione, in questo caso, sono i due piloti ufficiali della Ducati, e a metterli fuori gioco in un colpo solo è stato l’incidente alla prima curva. Andrea Dovizioso è stato travolto dalla scivolata di Fabio Quartararo ed è volato violentemente per terra, tanto da finire addirittura in ospedale. Al suo compagno di squadra Danilo Petrucci è andata meglio, ma comunque anche lui è rimasto indirettamente coinvolto nel fattaccio che si è consumato subito davanti a lui, perdendo tempo e posizioni preziose (si è ritrovato addirittura quattordicesimo), che gli avrebbero consentito di lottare con i piloti migliori.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il passo gara del pilota di Terni, comunque, era veloce, tanto da avergli consentito di recuperare fino al settimo posto al traguardo, sebbene il passivo dal vincitore Alex Rins sia stato notevole: ben venti secondi. “Sapevo che quello di oggi sarebbe stato un Gran Premio difficile e l’incidente alla prima curva ha condizionato la mia gara”, racconta Petrux, “perché avevo deciso di restare all’esterno ma mi sono trovato davanti le moto di Andrea e Quartararo ed ho perso tante posizioni. Ho poi iniziato la mia rimonta e non è stato per niente facile superare gli altri piloti, però negli ultimi dieci giri sono stato veloce e ho fatto segnare il mio giro veloce al penultimo giro”.

A condizionare l’andamento della corsa di Danilo Petrucci, oltre al citato incidente alla prima curva, è stato anche il piazzamento deludente di ieri in qualifica, che lo ha costretto a prendere il via della corsa di oggi dall’undicesima piazzola nella griglia di partenza: “Certo che senza l’incidente sarei potuto finire più avanti, ma quando parti così indietro può succedere di tutto”, conferma Petrucci. “Mi dispiace per questa occasione persa ma soprattutto per Andrea, e spero che non si sia fatto nulla di grave”.