Quartararo si assolve per l’incidente con Dovizioso: “La colpa non è mia”

0
5965
La caduta di Andrea Dovizioso alla prima curva del Gran Premio di Silverstone (Foto dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)
La caduta di Andrea Dovizioso alla prima curva del Gran Premio di Silverstone (Foto dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)

MotoGP | Quartararo si assolve per l’incidente con Dovizioso: “La colpa non è mia”

Si è ritrovato al centro della collisione nel giro iniziale del Gran Premio di Gran Bretagna, talmente violenta da mandare addirittura in ospedale l’incolpevole Andrea Dovizioso, e di conseguenza anche nel mirino delle polemiche. La Ducati del pilota forlivese è stata colpita alla prima curva dalla Yamaha del francese, che aveva perso il controllo, ed è decollata in aria prendendo fuoco. Desmodovi, a sua volta, è stato vittima di una forte botta a terra con la schiena, tanto che i commissari di percorso lo hanno dovuto portare fuori dal circuito in barella, anche se in seguito si è rialzato in piedi da solo a bordo pista.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma Quartararo non ci sta a passare per colpevole dell’episodio: è vero che è stata la sua moto a travolgere quella di Dovizioso, ma se il giovane transalpino ha rischiato di essere disarcionato dalla sua M1 è stato perché Alex Rins, subito dopo averlo superato, aveva quasi perso il controllo della sua Suzuki mentre entrava in curva subito davanti a lui.

La spiegazione sull’incidente di Quartararo (e di Rins)

“Sono partito bene, poi purtroppo alla prima curva Rins mi ha superato”, spiega il Diablo. “Ha perso parecchio il posteriore e io ho chiuso l’acceleratore un po’ troppo aggressivamente per evitare di centrarlo, e sono anche scivolato. A quel punto sono finito in highside. Sto bene, sono stato fortunato a non rompermi niente e questo è positivo. Mi dispiace che Dovi si sia fatto male perché ha preso un grosso colpo. Non avevo neanche visto che avesse toccato la moto e gli fosse passato sopra, solo quando si è rialzato mi sono reso conto che fosse caduto anche lui. Se Rins non avesse commesso un errore, di sicuro avrei continuato a fare la mia curva, perché proprio in quel momento stavo per rialzare la moto. Per me è stata solo questione di sfortuna”.

Ad innescare la carambola, dunque, sarebbe stato proprio Rins, in seguito risultato il vincitore della gara di Silverstone. Lo stesso pilota spagnolo, in effetti, ammette di aver sfiorato l’incidente a sua volta: “Alla prima curva ho rischiato proprio di cadere, non so se per via delle gomme fredde o di che altro, ma comunque sono riuscito a recuperare”, ha spiegato.

Anche Quartararo finisce in ospedale

Dopo gli iniziali controlli di rito al centro medico della pista, Dovizioso è stato trasferito via elicottero all’ospedale di Coventry per controlli precauzionali, in particolare per sottoporsi ad una tac alla testa. Il colpo, infatti, “gli ha provocato una momentanea amnesia”, stando a quanto ha riportato la Ducati, che poi ha precisato che il 33enne non ha subito alcuna frattura, benché lamentasse un forte dolore all’anca fin dall’immediatezza dell’incidente.

Anche se l’amnesia è stata subito superata, anche grazie all’intervento pronto e tempestivo della clinica mobile, saranno gli esami ospedalieri ad escludere i timori per eventuali più gravi conseguenze fisiche. Si prevede che Dovizioso rimanga in ospedale almeno per un altro giorno, sotto osservazione, e che dunque non potrà tornare in Italia prima di lunedì. Anche Quartararo, in seguito, è stato ricoverato a sua volta all’ospedale di Coventry lamentando sensazioni di vertigine.