Alfa Romeo (©Getty Images)

F1 | Alfa Romeo e i secondi recuperati: “Ha dell’incredibile”

Dall’essere in lotta con le scuderie di fondo gruppo, all’occupare la zona top 10 se non con entrambe, almeno con una delle sue vetture, ogni weekend. La trasformazione di cui si è resa protagonista l’Alfa Romeo nell’arco di dodici mesi ha quasi del portentoso e il team principal Frederic Vasseur è il primo a riconoscerlo.

Stiamo migliorando in maniera netta e continua“, ha dichiarato a Motorsport.com il manager francese, dal paddock giudicato come uno dei migliori in circolazione. “L’anno scorso eravamo distanti due secondi e mezzo dai primi, mentre oggi siamo ad un secondo e mezzo e nelle gare più recenti il divario è sceso ad un secondo e due“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sarà per merito della collaborazione più sostanziosa con la Ferrari, sarà per l’ossigeno in termini di denaro portato della Casa del Biscione che ha dato il nome a quella che era la Sauber, sarà per il ritorno di Kimi Raikkonen, sta di fatto che dopo 12 GP la squadra svizzera occupa la settima posizione nella classifica costruttori davanti alla più blasonata Racing Point con 32 lunghezze.

Per noi è un qualcosa di incredibile”, ha proseguito il 61enne. Certo, poi tramutare queste performance in punti è un’altra storia, ma per quanto concerne il potenziale abbiamo fatto un enorme passo avanti”.

Abbiamo vissuto un momento complicato a maggio, ma credo che questo dipenda dagli sviluppi. Delle volte non riesci a progredire per un po’, altre è un continuo. Ciò che conta comunque è per il 2020 si sia pronti“, ha poi riflettuto con uno sguardo già al mondiale a venire.

Negli ultimi due o tre eventi, in qualifica ed in corsa, siamo stati in grado di lottare ad armi pari con Renault e McLaren ed in alcuni casi siamo stati anche davanti a loro. Dobbiamo proseguire così“, l’augurio finale del transalpino.

L’Alfa Romeo è ancora in attesa di sapere se il suo ricorso per la cancellazione del doppio piazzamento nei dieci ottenuto in Germania verrà accolto.

Chiara Rainis