(Image by Motor1)

Introdurre qualcosa di ancora più speciale della Divo dello scorso anno a Pebble Beach non è stata un’impresa facile, ma Bugatti è riuscita a rubare lo spettacolo a Monterey con la sua tribute car EB110.

Opportunamente soprannominato Centodieci, il nuovo capolavoro sulla base della Chiron trasmette un’atmosfera da Transformers con la sua forma futuristica a bassa pendenza, pur rendendo omaggio all’hypercar degli anni Novanta.

(Image by Motor1)

Nella parte posteriore, l’ala è stata attaccata al corpo alla stessa maniera della EB110 SS ed è regolabile meccanicamente all’angolo di inclinazione desiderato. Un altro accenno al suo predecessore è la superficie di vetro trasparente sopra il motore, ma invece di un motore V12 da 3,5 litri quad-turbo da 3,5 litri, ora c’è un W16 da 1.600 cavalli di potenza con quattro turbocompressori.

La Centodieci è molto di più di una EB110 modernizzata e lo si vede sul retro dove i vecchi fanali posteriori a pila sono stati sostituiti da nuovi elementi “volanti” con otto LED grafici su due livelli. I tubi di scarico neri opachi con finitura anodizzata impilati l’uno sull’altro fiancheggiano il diffusore per creare una derrière molto più aggressiva rispetto alla Super Sport di oltre 25 anni fa.

(Image by Motor1)

Come contrasto visivo con La Voiture Noire, Bugatti ha esposto le Centodieci di Pebble Beach, realizzate a mano, con una mano di vernice bianca. Inutile dire che quelle 10 persone che hanno avuto la fortuna di acquistare l’hypercar da 8,9 milioni di dollari possono abbinarsi praticamente con qualsiasi altro colore. I clienti dovranno pazientemente aspettare di ricevere la consegna della supercar, dato che le consegne sono previste per il 2021.