bautista alvaro
Alvaro Bautista (Getty Images)

Alvaro Bautista nel 2020 non correrà con la Ducati. Il divorzio al termine dell’attuale campionato mondiale Superbike è ormai sancito. Le parti non hanno trovato un accordo e probabilmente il pilota spagnolo firmerà con la Honda.

La casa di Tokio vuole tornare ad essere protagonista nel WorldSBK e l’anno prossimo farà debuttare la nuova CBR. La volontà dei vertici giapponesi è di affidarsi ad un grande pilota per il rilancio nella categoria e il prescelto è Bautista. La trattativa è avviata da tempo, però la firma non è ancora arrivata.

Simone Battistella, manager di Alvaro, recentemente ha dichiarato che l’accordo con la Honda è vicino. Tuttavia, non è completamente escluso che il pilota spagnolo stia temporeggiando per valutare la possibilità di tornare in MotoGP. Recentemente Johann Zarco ha deciso di lasciare la KTM a fine campionato, con un anno di anticipo rispetto al contratto. Le parti si sono accordate e adesso il team austriaco cerca un nuovo compagno per Pol Espargarò.

La KTM non è certamente la moto più veloce della griglia MotoGP, però nel 2019 ha mostrato miglioramenti e la casa di Matthighofen investirà ancora più soldi per il 2020. Non a caso ha scelto di disimpegnarsi dalla Moto2 per concentrarsi maggiormente sulla classe regina. Il posto nel team ufficiale austriaco può interessare anche a Bautista.

Non ci sono molte opzioni, dato che quasi tutti i rider della MotoGP hanno già un contratto per l’anno prossimo. Pertanto la KTM deve valutare i nomi che “avanzano”. Il sogno era quello di convincere Dani Pedrosa a tornare alle corse, però il diretto interessato ha già rifiutato la proposta e proseguirà a fare il tester. La prossima settimana potrebbero esserci novità.