Nadia Toffa
“Lei sapeva come sarebbe finita”, rivelazione su Nadia Toffa – FOTO: instagram

Davide Parenti, autore de Le Iene, racconta lo strazio degli ultimi mesi di vita di Nadia Toffa: “Lei sapeva che presto sarebbe morta, eppure ci dava coraggio”.

Davide Parenti, autore de ‘Le Iene‘, fa sapere nel corso di una intervista che “Nadia Toffa sapeva bene come sarebbero andare le cose. Era consapevole di dover morire”. Parole che rendono ancora di più le idee chiare sul dramma che ha colpito la compianta 40enne originaria di Brescia. La città le ha tributato l’ultimo saluto con un funerale al quale hanno preso parte centinaia e centinaia di persone, tra fans e non. E Parenti non nasconde tutto il proprio dolore. “È stato come aver perso un figlio. Ma vedere tutto questo affetto nei suoi confronti è qualcosa di bello. Se lo merita tutto, averla vista soffrire è stato un pugno allo stomaco. Noi tutti che le volevamo bene le siamo rimasti accanto in questo anni e mezzo. E lei non ha mai mollato di un centimetro, sopportando interventi chirurgici, chemioterapie e radioterapie. E non solo”. Il riferimento è anche agli attacchi ingiustificati degli haters.

LEGGI ANCHE –> Funerale Toffa, l’omaggio de Le Iene commuove l’Italia

Nadia Toffa, l’autore de Le Iene: “Sapeva che sarebbe morta”

Poi la rivelazione: “Nadia sapeva come sarebbero andate le cose. Eppure è andata avanti lo stesso, non rinunciando mai al lavoro. Questo ha reso più drammatico il tutto, pure noi tutti che la vedevamo ogni giorno lo sapevamo. Eppure lei era sempre allegra, ci infondeva coraggio mentre facevamo le prove de ‘Le Iene’. Di essere trattata come una malata proprio non le andava, perché il cancro ti annienta e ti svilisce. Cosa che a lei non è capitato. Giusto allora considerarla una guerriera che mai si è rassegnata all’idea di dover morire”.

LEGGI ANCHE –> Funerale Toffa, la nipote in lacrime: “Alla mia dolcissima zia”

“Non ha mai ceduto di un millimetro”

Poi però le sue condizioni sono peggiorate. “Negli ultimi mesi è andata così. Era sempre stanca, al punto da non riuscire a camminare. Ma veniva sempre in trasmissione, provava i balletti degli stacchetti e non si fermava mai. Lei che ha avuto un cancro al cervello, una di quelle malattie che al massimo ti lascia 10 mesi di vita. Eppure Nadia Toffa ha resistito il doppio, grazie a bravi medici ed alla sua forza di volontà. Gli obblighi verso il suo pubblico sono stati una ragione per non fermarsi e per continuare a lavorare fino a quando è stato possibile. Poi ha dovuto saltare l’ultima puntata in diretta della stagione. Quella è stata una mazzata tremenda, che ci ha piegato le gambe. Non fosse successo, avremmo potuto iniziare con meno difficoltà”.