Cercasi rivale disperatamente: chi è il vero anti Marc Marquez in MotoGP?

Marc Marquez (Foto Markus Berger/Red Bull)
Marc Marquez (Foto Markus Berger/Red Bull)

MotoGP | Cercasi rivale disperatamente: chi è il vero anti Marc Marquez in MotoGP?

Un uomo solo al comando. Anche in questa stagione, il dominatore assoluto della MotoGP ha un nome, e si chiama Marc Marquez. È vero, domenica scorsa al Red Bull Ring il Cabroncito è stato battuto da Andrea Dovizioso, con un sorpasso da fenomeno all’ultima curva, ma comunque ha portato a casa un secondo posto che non gli fa perdere troppi punti in ottica Mondiale. Finora, nei primi undici Gran Premi disputati, il fuoriclasse catalano non è mai sceso al di sotto della piazza d’onore (con la sola eccezione della caduta in Texas).

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Risultato: i suoi punti di vantaggio in campionato sono già 58, e tutto sembra preannunciare l’ennesimo titolo iridato, l’ottavo, ormai definitivamente avviato sulla via di Cervera. È il quarto anno di fila che le cose vanno così e, se si eccettua il 2015, è ormai la settima annata dominata da Marquez. Di questo passo, non solo Magic Marc potrebbe arrivare ad eguagliare lo storico record, che sembrava imbattibile, dei 15 campionati del mondo vinti da Giacomo Agostini, ma potrebbe addirittura farlo ad appena 33 anni.

L’inseguitore di Marc Marquez oggi è Andrea Dovizioso

Insomma, se Marquez continuerà a guidare con questa maturità e questa padronanza, e se rimarrà in sella ad una moto competitiva e cucita su misura per lui come la Honda, l’era che è cominciata nel 2013 rischia di trasformarsi davvero in un monopolio totale e assoluto dello spagnolo: il che non giocherebbe certo a favore dell’imprevedibilità, dello spettacolo e del divertimento degli appassionati del Motomondiale. Per evitare questo scenario, la MotoGP ha disperatamente bisogno di un avversario all’altezza, di un vero e proprio anti Marquez che possa innescare con lui un dualismo a lungo termine. Già, ma chi?

Il nome più ovvio sembra quello di Andrea Dovizioso, che in effetti non solo lo rincorre nel Mondiale piloti ormai da tre anni a questa parte, ma è anche l’unico ad essere riuscito a batterlo per ben cinque volte nel corpo a corpo in questo stesso periodo (Austria 2017, Giappone 2017, Qatar 2018, Qatar 2019 e Austria 2019). Desmodovi si è guadagnato addirittura l’investitura di Valentino Rossi: “Secondo me è un campione, gli manca solo il Mondiale ma ha ancora tanti anni davanti a sé per vincerlo”. A frenare il forlivese, però, è sempre l’incostanza di rendimento della sua Ducati, apparsa potenzialmente veloce, ma rallentata da troppi difetti e limiti irrisolti che lo stesso Dovizioso ha lamentato in più occasioni.

Yamaha: Valentino Rossi è la certezza, Fabio Quartararo la speranza

C’è poi un altro pilota italiano che è stato un grande avversario di Marc Marquez, ovvero Valentino Rossi, anche se in questo caso declinare il verbo al tempo passato sembra d’obbligo. Non tanto perché il Dottore abbia perso la sua competitività con l’età, visto che dal 2016 ad oggi, compreso il campionato in corso (escludendo solo il 2017 marchiato dal suo grave infortunio), rimane comunque il migliore dei suoi compagni di marca. Piuttosto perché, a 40 anni suonati, la sua carriera è comunque destinata inevitabilmente ad avviarsi verso la fase conclusiva. E, in questa fase, la sua fida Yamaha non pare in grado di dargli il materiale per controbattere ad armi pari con il capolista, come dimostrano i suoi 127 punti di ritardo.

Lo stesso discorso vale per il suo vicino di box Maverick Vinales, che infatti si è tirato personalmente fuori dalla lotta: “In questo momento non sono io il rivale di Marquez”. Tuttavia, nello schieramento della Casa dei Diapason, c’è anche un giovanissimo talento che appare predestinato a diventarne il nuovo capitano in capo a qualche anno: Fabio Quartararo. Nonostante il suo stile di guida pulito che ricorda semmai Jorge Lorenzo, il Diavolo ha dimostrato di saper trovare il limite della moto e della pista proprio come Marc, tanto da brillare con grande costanza in qualifica. Gli manca ancora qualcosa sul passo gara e sulla gestione delle gomme, ma a soli 20 anni ha ancora tutto il tempo per migliorare, specialmente se di pari passo con lui anche la sua M1 crescerà in termini di potenza del motore. Potrebbe dunque essere proprio Quartararo il futuro avversario numero uno di Marc Marquez?

Fabrizio Corgnati