bautista alvaro superbike
Alvaro Bautista (Getty Images)

E’ stato ormai sancito l’addio di Alvaro Bautista alla Ducati al termine del campionato mondiale Superbike 2019. Nel recente weekend MotoGP in Austria è stato confermato che l’offerta della casa di Borgo Panigale non è stata accettata.

Il futuro del pilota spagnolo sarà in Honda, che gli ha proposto un contratto più ricco. Le parti non sono ancora alle firme, però l’accordo è molto vicino. La casa di Tokio in questi mesi ha lavorato intensamente sulla nuova moto che debutterà nel campionato WorldSBK 2020. Dopo annate negative, c’è il desiderio di rilancio nella categoria e i manager giapponesi hanno deciso di ingaggiare un top rider.

Quello di Bautista era il nome migliore a disposizione e Honda ha fatto di tutto per assicurarselo. Simone Battistella, manager di Alvaro, ai microfoni di Radio Sportiva ha confermato che l’intesa è vicina: «Stiamo trattando con Honda. Siamo molto vicini ma non abbiamo ancora raggiunto un accordo». Mancano dei dettagli e poi il matrimonio potrà essere celebrato.

Comunque non bisogna dimenticare che ci sono ancora quattro round del Mondiale SBK 2019 da disputare e matematicamente il pilota spagnolo può ancora vincere il titolo. Serve un’impresa, considerando gli 81 punti di distanza dal leader Jonathan Rea, però il rider del team Aruba Racing Ducati deve dare tutto fino all’ultima gara. Non dovesse riuscirci, gli rimarrà il rammarico di non aver vinto un titolo che dopo le prime undici vittorie consecutive in campionato sembrava roba sua.