Max Verstappen e Lewis Hamilton (Getty Images)

F1 | Verstappen attacca Hamilton: “Non è un campione”

Non è la prima volta che lo afferma, ma per chi non lo avesse compreso, Max Verstappen è voluto tornare ad esprimere tutto il suo scetticismo circa le abilità di guida di Hamilton, sostenendo che molte delle sue vittorie sarebbero più figlie di una macchina imbattibile che delle sue doti.

Lewis non è nulla di speciale. Ci sono altri grandi piloti nel paddock che sono in grado di ottenere risultati simili“, la bordata lanciata dall’olandese tramite Motorsport.com.  “Le sue prestazioni dipendono dalla macchina che ha avuto a disposizione“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Consapevole che questa sua dichiarazione dai toni forti farà discutere quando il Circus tornerà in azione in Belgio a fine agosto, il #33 ha cercato di argomentare e motivare la sua riflessione. “Non credo che in questi anni abbia mai subito la pressione dei suoi compagni di squadra“, ha proseguito. “Avrebbe dovuto vincere anche nel 2016 se non fosse stato per quel motore rotto in Malesia. Dopo la pausa estiva ebbe alcune partenze poco felici e altri episodi a causa dei quali perse la testa del campionato, ma non ha mai avuto un team-mate in grado di metterlo davvero in difficoltà“, ha chiosato denigrando in un sol colpo sia Nico Rosberg, iridato proprio in quella stagione, sia l’attuale vicino di box Valtteri Bottas, ormai dato come appiedato al termine de 2019.

In realtà le parole di Mad Max sono tutt’altro che fuori dal mondo. Come fu per Sebastian Vettel e i suoi quattro titoli ottenuti con una macchina nettamente superiore a quella della concorrenza, anche per Ham i giudizi sono spesso influenzati dal medesimo tipo di considerazione. Chissà infatti se fosse stato al volante della Ferrari, se avrebbe ottenuto così tanto?

Chiara Rainis