Morto inaspettatamente, numerosi i messaggi di cordoglio: “Ciao mister”

Denis Lovatel
Denis Lovatel (foto dal web)

È stato ritrovato morto accanto alla sua bicicletta a Cesiomaggiore, provincia di Belluno, Denis Lovatel, grande sportivo nonché allenatore di una squadra di calcio del posto.

Denis Lovatel, originario di Cesio in provincia di Belluno, 42 anni, è stato ritrovato morto accanto alla sua bicicletta, in sella della quale si stava dirigendo verso la Valle di Lamen (Belluno). L’uomo, un grande sportivo, per anni calciatore ed allenatore, podista e ciclista, avrebbe avuto un arresto cardiaco e sarebbe per tale ragione deceduto.

Ritrovato morto accanto alla sua bicicletta: le parole di cordoglio dell’intera comunità

Sarebbe stata una donna a ritrovare il corpo di Denis Lovatel intorno alle 10:45 di ieri sabato 10 agosto ed a lanciare immediatamente l’allarme. Giunti sul posto, tuttavia, i sanitari del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. La polizia locale di Feltre, in un primo momento, riporta la redazione de Il Messaggero, aveva pensato si fosse trattato di un investimento ad opera di un pirata della strada. Dalle risultanze dei rilievi effettuati e dai primi accertamenti del medico legale, questa ipotesi è stata completamente scartata: a stroncare Lovatel sarebbe stato un arresto cardiocircolatorio. La ricostruzione effettuata dagli agenti sarebbe che all’improvviso il 42enne avrebbe accusato un malore e si sarebbe accasciato ai margini della strada, finendo nella piccola scarpata laterale. Lo sportivo, purtroppo, al momento del malore era solo e quindi nessuno ha potuto prestargli aiuto. D’accordo con la Procura, gli agenti hanno rimosso la salma e nessun altro accertamento è stato disposto, restituendo il corpo alla famiglia.

La morte di Lovatel ha scosso l’intera comunità e numerosissimi sono stati i messaggi di cordoglio che hanno raggiunto la famiglia. Uno di questi diceva “Ciao mister“: il 42enne era stato, infatti, allenatore della squadra di calcio amatoriale Csi dell’Acd Alpes Cesio, squadra calcistica dilettantistica in cui lui aveva militato anche da calciatore, una ventina di anni or sono. “Ciao Denis: sei andato a correre nella montagna più alta“, questo il saluto di tanti amici. Lovatel era un grande sportivo, riporta Il Messaggero: era arrivato prima alla pedonata e nordic walking Di borgo in borgo a Soranzen 5 anni fa, e ancora primo alla Corsa delle befane sempre a Soranzen nel 2013 e non mancava al Giro delle Mura.

Leggi anche —> Investita da una vicina di casa: ragazza muore dopo giorni di agonia