Truffa resi Amazon, metteva terra nei pacchi: scoperto dopo anni

0
214
truffa resi Amazon
Truffa resi Amazon – FOTO © Getty Images

Una truffa resi Amazon è stata scoperta dopo molto tempo e guadagni ingentissimi ottenuti illegalmente: ad ideare il tutto era stato un 22enne.

Nel corso degli ultimi anni ci sono stati diversi episodi di truffa dei resi Amazon. E l’ultimo in ordine di tempo arriva dalla Spagna, e per la precisione dalle Baleari, dove un giovane di 22 anni era riuscito a racimolare la bellezza di 330mila euro acquistando merce dal noto sito di e-commerce per poi richiedere sistematicamente la resa di quanto comprato, attraverso il servizio Prime. E con i proventi illecitamente ottenuti, l’intraprendente ladro truffatore è poi anche riuscito ad aprire una società, la Kwartech. Lui si chiama James Gilbert Kwarteng, e la società che ha fondato trae in maniera evidente spunto dal suo cognome. Il ragazzo agiva comprando prodotti di varia natura, poi quando li riceveva, riempiva gli scatoli con della terra fino a raggiungere l’esatto peso di quanto acquistato.

LEGGI ANCHE –> Ragazza morta, era una stella del calcio: uccisa in modo orribile – FOTO

Truffa resi Amazon, come il giovane era riuscito a farla sempre franca

Quindi il 22enne faceva domanda di reso e rispediva il tutto al mittente, dopo aver ottenuto il pieno rimborso. Dopo una serie di segnalazioni ed accurate indagini, questa truffa resi Amazon – la più ingente mai avvenuta in Europa utilizzando il famoso portale di compravendita – è stata finalmente stroncata. Il 22enne aveva sfruttato il fatto che il sistema di controllo della merce sottoposta a reso è completamente automatizzata, per ovvi motivi in grado di accelerarne le procedure. Questo aveva portato a non controllare il contenuto dei pacchi rispediti indietro da clienti non soddisfatti. Ad essere controllato è soltanto il peso. Il maiorchino è riuscito così a mandare avanti la sua truffa per anni, ma come sempre accade in questi casi, prima o poi ci si accorge delle anomalie e tutto viene finalmente fermato.

LEGGI ANCHE –> Matrimonio da incubo, sposa macchia il vestito per attacco di diarrea