MotoGP Austria, Vinales vuole il podio: “Ma Yamaha ha un problema”

0
882
maverick vinales
Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales scatterà dalla seconda fila della griglia domani nella gara MotoGP in Austria. Il pilota spagnolo ha conquistato il quarto posto nelle Qualifiche oggi al Red Bull Ring di Spielberg.

Per il pilota del team Monster Energy Yamaha sembra esserci la possibilità concreta di salire sul podio domani. Dopo Marc Marquez e Andrea Dovizioso, c’è lui a livello di passo gara. Questo hanno detto le prove libere disputate, anche se poi alla domenica non è escluso che qualcosa possa cambiare. La M1 sul circuito austriaco sta soffrendo un po’ meno del previsto, anche se le moto da battere sono sempre Honda e Ducati.

MotoGP, Qualifiche Austria: le sensazioni di Vinales

Vinales ha parlato così al sito ufficiale Yamaha dopo le qualifiche MotoGP in Austria: «Onestamente sono davvero felice, perché abbiamo lavorato bene oggi. Ma comunque dobbiamo continuare lavorare perché perdiamo dei decimi sui rettilinei, dunque dobbiamo recuperare in frenata e in velocità di curva. Ci impegneremo per vedere se possiamo progredire. La moto in curva va bene, il telaio è veramente buono. Non so come sarà il tempo domani, faremo del nostro meglio e vedremo. Le condizioni saranno uguali per tutte, dunque serve lavorare per essere più veloci quando c’è meno grip».

Il pilota originario di Figueres è soddisfatto del lavoro del team, ha mostrato un buon ritmo oggi ma in gara può soffrire a causa delle performance non entusiasmanti del motore Yamaha: «La FP4 è stata ottima – riporta Speedweek – ed avevo un passo vicino a quello di Dovizioso. Devo partire bene cercando di essere nelle prime tre posizioni al primo giro. Per noi il sorpasso è difficile, perdiamo nei rettilinei. Non so dove potrò superare. Cercherò di approfittare di eventuali errori di chi mi sarà davanti. Nel quarto settore siamo forti».

La Yamaha perde almeno 5 km/h rispetto alla Ducati in rettilineo e qualcuno in più rispetto alla Honda, che con Marquez Crutchlow è costantemente al top come velocità massima sul dritto. Senza dimenticare che l’accelerazione della M1 in uscita di curva è inferiore e questo problema il team se lo porta avanti da alcuni anni. Non sarà semplice domani per Vinales riuscire ad andare oltre il terzo posto, che comunque sarebbe un ottimo risultato.