MotoGP Austria, Valentino Rossi: “Ci sono tre piloti più veloci”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi non è andato oltre la decima posizione nelle qualifiche MotoGP in Austria. Il Dottore apre la quarta fila della griglia di partenza, completata da Pol Espargarò (KTM) e Danilo Petrucci (Ducati).

La sua è la terza Yamaha, considerando che Fabio Quartararo ha chiuso col secondo tempo e Maverick Vinales col quarto. Il nove volte campione del mondo non ha fatto un time-attack perfetto in Q2, pertanto partirà un po’ indietro e dovrà essere bravo a guadagnare posizioni allo start. Non sarà facile, considerando poi che la M1 in accelerazione e velocità massima solitamente fatica un po’ a Spielberg. Quest’anno un po’ meno, sembra, ma comunque il 40enne pesarese non avrà vita facile.

MotoGP, Qualifiche Austria: i commenti di Valentino Rossi

Rossi non è soddisfatto, ovviamente, del piazzamento raggiunto nelle Qualifiche MotoGP al Red Bull Ring. Soffre nel T3, dove ha commesso qualche sbavatura nel time-attack, però sente di non avere un ritmo lento: «Non sono contento della mia posizione di partenza – riporta Speedweek -, dato che ero sesto dopo la FP3 e dunque mi aspettavo di più in Q2. Mi consolo col fatto che il mio passo gara è abbastanza buono. Al mattino ero forte, mentre in FP4 ho sofferto un po’ di più ma ciò dipende dal fatto che ho utilizzato gomme molto consumate. In qualifica ho fatto degli errori nel terzo settore e dunque non è uscito il giro perfetto. Dal quinto all’undicesimo siamo tutti vicini, racchiusi in due decimi».

Valentino è consapevole dell’importanza di scattare bene al via e anche di avere alcuni colleghi più velici a livello di passo: «Partire dalla quarta fila non è fantastico, mi aspettavo la seconda o almeno la terza. Comunque il ritmo mi sembra buono. Solo Marc e Dovi sono un po’ più veloci, anche Maverick. Poi ci sono sei-sette piloti vicini, incluso me. Devo cercare di partire bene e superare positivamente la prima curva. Abbiamo ancora del lavoro da fare, devo andare più veloce nel terzo settore».

Successivamente il pilota del team Monster Energy Yamaha ha parlato anche a Sky Sport MotoGP: «Mi trovato meglio con le gomme medie, però l’ultimo tentativo non ne avevo e ho usato la soft. Ma con la morbida sono più in difficoltà, con la media mi trovo meglio. Non sono contento di essere decimo, partire in quarta fila è dura. Comunque siamo abbastanza competitivi, riusciamo a tenere un passo costante. Vediamo domani se riusciremo a stare con quelli davanti. Le condizioni climatiche dovrebbero essere più fresche rispetto ad oggi».