Ylenia Carrisi viva
Un investigatore rivela: “Ylenia Carrisi viva, è sotto protezione” – FOTO: tuttomotoriweb

C’è un nuovo aggiornamento sulla sparizione di Ylenia Carrisi. Un investigatore dice di sapere che la ragazza è sottoposta a programma di protezione.

La sparizione di Ylenia Carrisi, avvenuta ormai il lontano 31 dicembre 1993, ha assunto nel corso del tempo i contenuti di un giallo. Ed il mistero su quale sia stata la sorte della primogenita di Al Bano e Romina Power permane ancora oggi. Nonostante la vidimazione di un certificato di morte presentato dallo stesso cantante già alcuni anni fa, la speranza sua e di tutti i componenti della famiglia Carrisi è quella di poter rivedere Ylenia viva, un giorno. Tanto si è detto sulla figura della giovane, che ormai adesso avrebbe 49 anni. Infatti non sono mancate delle speculazioni, il più delle volte rivelatesi soltanto delle falsità, giunte anche da parte di soggetti che nulla avevano a che fare con Ylenia Carrisi. C’è chi parla di lei come di una persona sottoposta da anni ad un ricovero in Svizzera e chi giura di averla vista felice con bambini al seguito in Venezuela. E poi si è parlato anche di allontanamento volontario da New Orleans, dove si trovava in compagnia di un musicista il giorno della sua sparizione.

LEGGI ANCHE –> Miriam Leone, il bagno con i vestiti fa impazzire tutti: “Questa sono io” – FOTO

Ylenia Carrisi, per l’investigatore è viva e protetta

Vengono rivangate ora le parole di un detective statunitense, tale Frank Crescentini, il quale nel 2018 aveva riferito che Ylenia Carrisi sarebbe a tutt’oggi viva e sottoposta ad uno speciale programma di protezione. A suo avviso, Ylenia stava scrivendo un libro ed era suo forte desiderio restare a New Orleans per completarlo. Poi parla anche di un possibile consumo di sostanze stupefacenti, cosa che non è mai stata dimostrata. Il fatto di essere sottoposta a programma di protezione non viene motivato da alcuna spiegazione però, Crescentini dice solo che la ragazza venne costretta a cambiare identità e vita. In merito alla sparizione di Ylenia, si sa che lei rivolse ad una guardia di sicurezza, tale Albert Cordova, le seguenti parole: “Io appartengo all’acqua”, per poi tuffarsi nelle acque impetuose del fiume Mississippi.

LEGGI ANCHE –> Monica Vitti oggi, un rarissimo scatto dell’attrice: è irriconoscibile – FOTO