La scivolata di Andrea Dovizioso alla curva 3 delle prove libere del Gran Premio d'Austria al Red Bull Ring (Fotogramma dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)
La scivolata di Andrea Dovizioso alla curva 3 delle prove libere del Gran Premio d’Austria al Red Bull Ring (Fotogramma dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)

MotoGP | Anche Dovizioso sbaglia: finisce a terra e Marquez ne approfitta (VIDEO)

Il venerdì di prove libere del Gran Premio d’Austria, che era iniziato alla grande per Andrea Dovizioso, autore del tempo più rapido nella sessione del mattino, si è concluso nel peggiore dei modi nel turno pomeridiano. Proprio a tre minuti dalla bandiera a scacchi, infatti, il pilota della Ducati è scivolato alla curva 3 ed è finito per terra: un errore che per lui è decisamente insolito.

Questo piccolo sbaglio ha però avuto una ripercussione piuttosto pesante sulla sua situazione di classifica. La parte conclusiva delle prove, infatti, è stata dedicata per tutti i piloti alla ricerca del giro veloce, per guadagnarsi l’ingresso alla fase finale delle qualifiche. Per domani mattina, infatti, le previsioni meteo danno qualche possibilità di pioggia che, nel caso in cui si concretizzasse, renderebbe decisiva la graduatoria dei primi dieci odierni ai fini dell’ingresso diretto alla Q2.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dovizioso, come tutti i suoi colleghi, si trovava dunque in pista in quel momento con le gomme nuove (anche se aveva optato per la mescola media invece di quella morbida), ma la caduta ha vanificato il suo tentativo lanciato. Dovendo accontentarsi del tempo già stabilito in precedenza, quindi, il forlivese è stato superato da molti suoi rivali fino a scivolare al nono posto finale. Comunque all’interno della top ten, ma molto distante (quasi mezzo secondo) da Marc Marquez, che con il suo 1:23.916 non solo si è laureato leader della seconda sessione di prove libere, ma ha battuto anche, per meno di un decimo, il riscontro cronometrico fatto segnare da Desmodovi nella mattinata.

Una brutta gatta da pelare per Andrea, condannato a vincere sul circuito del Red Bull Ring, dove la sua Ducati è imbattuta fin da quando la tappa austriaca del Motomondiale rientrò in calendario ormai tre anni fa.