Andrea Iannone compie 30 anni. E la Aprilia gli fa una dedica sulla moto

La scritta 29+1 sul cupolino della Aprilia di Andrea Iannone al Gran Premio d'Austria (Foto Aprilia)
La scritta 29+1 sul cupolino della Aprilia di Andrea Iannone al Gran Premio d’Austria (Foto Aprilia)

MotoGP | Andrea Iannone compie 30 anni. E la Aprilia gli fa una dedica sulla moto

Festeggiamenti in pista per Andrea Iannone: per celebrare il giorno del suo trentesimo compleanno, la Aprilia gli ha regalato una personalizzazione della livrea della sua moto. Al suo consueto numero di gara, il 29, è stato infatti aggiunto un “+1”, sempre in giallo, ricordando dunque, anche nella grafica del suo cupolino, i suoi trent’anni.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Una sorpresa piacevole, che però non ha smorzato la delusione del Maniaco per l’esito ancora una volta rivedibile delle sue prove in pista: “Oggi il compleanno è l’unica nota positiva”, ha infatti ammesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP. “Devo trovare il modo migliore per essere felice e godermi questo giorno”. Il suo venerdì di libere del Gran Premio d’Austria si è concluso con la diciottesima posizione: il tempo di 1:25.003 non è stato molto distante dal crono del suo compagno di squadra Aleix Espargaro (diciassettesimo), ma molto dalle posizioni che contano.

Iannone tra ricordi del passato, difficoltà del presente e speranza nel futuro

Un copione che purtroppo si sta ripetendo con deprimente continuità lungo tutta questa sua prima stagione con i colori della Casa di Noale: “Stiamo lavorando, cerchiamo sempre di fare passi in avanti anche se ultimamente facciamo fatica”, prosegue il pilota di Vasto. “Aspettiamo che arrivi qualcosa che ci faccia davvero fare il salto di qualità e che ci dia fiducia. Intanto vediamo domani di continuare questo weekend nel migliore dei modi, cercando di migliorare un po’ alla volta”.

Leggi anche -> MotoGP, Andrea Iannone: “Aprilia in top 5? Non ne sono sicuro”

E dire che il Red Bull Ring riporta alla memoria di Andrea Iannone il momento migliore della sua carriera: la sua vittoria nel 2016 con la Ducati. “Oramai è il passato, è trascorso tanto tempo”, commenta lui. “La cosa positiva è che il mio record della pista resiste ancora: speriamo che tenga botta per molti altri anni. O che io riesca ad avvicinarmici un po’”. Anche il suo passato glorioso in Rosso rientra però nell’inevitabile bilancio dei suoi primi trent’anni: “Ho fatto tutto abbastanza velocemente”, sorride. “Ma non penso che la mia carriera sportiva sia arrivata alla fine, o che io non possa tornare al top. Sono molto fiducioso per il futuro, e sono contento e soddisfatto. Rifarei tutto, sinceramente”.