(websource)

Tesla è per l’industria automobilistica praticamente quello che Zero è per il motociclismo di marca che si concentra sui veicoli elettrici e innova continuamente nel segmento.

Tesla aveva già annunciato di non voler entrare nel mondo del motociclismo elettrico – quindi non aspettatevi nessuna moto a marchio Tesla nei prossimi anni. Questo non significa che alcune delle persone che lavorano negli uffici Tesla non abbiano idee diverse. Dopo 20 anni in California, durante i quali ha lavorato per la famosa azienda della Silicon Valley, l’ingegnere Mohanraj Ramaswamy è tornato a casa in India, dove ha in programma di lanciare una propria versione di ciò che dovrebbe essere una moto elettrica.

Ramaswamy ha fondato la propria azienda, ‘Srivaru Motors‘ che, come Zero e molte altre start up, si concentrerà sulle moto elettriche, a partire dal Prana. Mentre Srivaru deve ancora svelare la sua prima moto, una timeline presentata sul sito web dell’azienda conferma che il suo primo modello dovrebbe essere in vendita quest’anno.

Cosa c’è di così speciale nella Srivaru Prana? Se tutto andasse secondo i piani, il modello diventerebbe la prima moto elettrica ad alte prestazioni prodotta in India. O almeno la loro definizione di prestazioni. Mentre non sono state annunciate specifiche di potenza elettrica, l’azienda sostiene che la moto avrà un’accelerazione da 0 a 100 km/h con un tempo inferiore ai 4 secondi. Srivaru aggiunge che il Prana dovrebbe essere in grado di raggiungere una velocità massima di “più di 100 km/h” e offrire un’autonomia di “oltre 100 km” – ancora piuttosto vaga per un modello che apparentemente si prepara a colpire il mercato nei prossimi mesi. Una variante Elite del Prana dovrebbe aumentare l’autonomia fino a 250 km/h.

Srivaru prevede di lanciare 30.000 unità entro il suo primo anno di attività e raggiungere vendite fino a 200.000 moto dopo 18 mesi. Per quanto riguarda il prezzo, ci si aspetta che corrisponda ai listini dei prezzi trovati nel segmento di categoria.