Caso Jorge Lorenzo: i vertici Ducati danno il verdetto

Davide Tardozzi
Davide Tardozzi

MotoGP | Caso Jorge Lorenzo: i vertici Ducati danno il verdetto

Nel pomeriggio di ieri Sky ha diffuso la notizia di un possibile passaggio di Jorge Lorenzo a Pramac Ducati nel 2020. Ma con il passare delle ore la notizia sta raccogliendo smentite da parte dei vertici Ducati.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il direttore sportivo della Ducati Paolo Ciabatti ha dichiarato a Speedweek.com: “Pramac correrà con Miller e Bagnaia nel 2020. Con Pecco abbiamo un contratto per il 2020, con Jack siamo d’accordo”. Manca ancora la firma dell’australiano solo “perché il prossimo anno vogliamo consegnare per la prima volta due moto di fabbrica per entrambi i conducenti”. Quindi Pramac deve mettere mano alle tasche, perché il prezzo massimo per un pacchetto di leasing per pilta è limitato a 2,2 milioni di euro. “La differenza di prezzo tra una motocicletta di fabbrica e una dell’anno precedente è del 20 percento”, ha affermato Ciabatti.

Jack Miller ha assicurato che correrà con Pramac nel 2020: “Oggi ho avuto una conversazione telefonica con Paolo Ciabatti. Mi ha confermato che sono confermato al 100% nel team Pramac. Non c’è altro posto in MotoGP per me e nessun’altra offerta”.

Davide Tardozzi conferma il no a Jorge Lorenzo

Del resto Jorge Lorenzo non rientra assolutamente nello schema salariale di Pramac Ducati. Davide Tardozzi, Il team manager della Ducati, in un’intervista allo spagnolo ‘AS’ ha smentito la notizia. “Non ne so nulla. Lorenzo è un pilota con un contratto con la Honda e stiamo discutendo il contratto di Miller insieme a Pramac. Si sta cercando la forma di finanziamento per eseguire questo contratto, ma al momento non capisco questo discorso. Nella vita tutto può succedere, ma per ora non capisco tutto questo ed è solo fumo”.