Di Giannantonio e Bastianini, primo podio in Moto2 a Brno

0
75
Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini sul podio di Brno con Alex Marquez
Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini sul podio di Brno con Alex Marquez (Getty Images)

Il Gran Premio della Repubblica Ceca 2019 sarà ricordato sempre positivamente da Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini. Infatti, nella gara Moto2 di Brno hanno conquistato il loro primo podio nella categoria.

I due rookie della classe intermedia del Motomondiale sono stati protagonisti di prestazioni straordinarie domenica. La corsa è stata vinta da Alex Marquez, leader della classifica generale con 161 punti (+33 su Thomas Luthi, caduto a Brno), ma la notizia è rappresentata soprattutto dai piazzamenti degli esordienti italiani.

Di Giannantonio e Bastianini, primo podio in Moto2: ora vogliono confermarsi

Di Giannantonio ha chiuso al secondo posto la gara in Repubblica Ceca a poco più di 3″ da Marquez. Poteva salire sul podio già in Catalogna, dove cadde mentre si trovava in terza posizione. Al Sachsenring era arrivato quarto e a Brno finalmente è arrivato un piazzamento che sognava nella prima stagione in Moto2. Adesso per lui sarà importante confermare il trend positivo lottando con costanza in top 10 e magari riaffacciandosi nuovamente in zona podio quando ci sarà l’occasione.

Stesso discorso per Bastianini, terzo in Repubblica Ceca e che finora è andato meglio di Di Giannantonio (pesano anche i tre ritiri contro uno solo di Enea). Infatti, è il pilota del team Italtrans il miglior rookie della categoria con 74 punti (Diggia lo segue a quota 54). Sette piazzamenti in top 10 su dieci gare disputate, segnale di una ottima regolarità del Bestia da quando è approdato in Moto2. Il podio di Brno non può che motivarlo ulteriormente in ottica futura.

Nel weekend in arrivo il Motomondiale approda in Austria e sarà interessante vedere se Di Giannantonio e Bastianini riusciranno nuovamente ad essere protagonisti. Intanto in Repubblica Ceca ci hanno fatto esultare, speriamo che pure a Spielberg riescano a conquistare un buon risultato. Dopo Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia, l’Italia potrebbe aver trovato in loro due potenziali futuri contendenti al titolo della Moto2. Adesso devono restare concentrati sul presente e dare il massimo fino a fine stagione, ma immaginiamo che entrambi nel 2020 poi aspireranno a un salto di qualità.

 

Matteo Bellan