Si tuffa in piscina davanti ai genitori: tragico epilogo per un bambino

Piscina bambina
(Getty Images)

È morto dopo due giorni di agonia, il piccolo Ibrahim El Gargar, il bambino di 10 anni colpito da un malore dopo essersi tuffato in una piscina di uno stabilimento di Villafranca in Lunigiana (Massa Carrara)

Il bambino di 10 anni, Ibrahim El Gargar, colpito da un malore dopo essersi tuffato in una piscina di uno stabilimento di Villafranca in Lunigiana, in provincia di Massa Carrara, è deceduto. Ibrahim era stato ricoverato in terapia intensiva in condizioni critiche presso l’ospedale pediatrico Opa di Massa domenica, ma dopo due giorni di agonia non ce l’ha fatta a causa dei danni riportati al cervello ed è deceduto nel pomeriggio di ieri, lunedì 5 agosto.

Tragedia in piscina a Villafranca in Lunigiana: morto il bambino di 10 anni dopo due giorni di agonia

Non ce l’ha fatta il piccolo Ibrahim El Gargar, il bambino colto da un arresto cardiaco nella giornata di domenica dopo essersi tuffato in una piscina dello stabilimento comunale di Villafranca in Lunigiana (Massa Carrara) dove si trovava insieme ai genitori. Ibrahim di soli 10 anni, secondo una prima ricostruzione dei fatti riportata da Fanpage, si era tuffato in acqua una prima volta, ma era riuscito poco dopo accusando dei dolori addominali, successivamente si è tuffato una seconda volta perdendo i sensi. Alcuni coetanei lo hanno subito soccorso e trascinato a bordo piscina dove il personale medico giunto sul posto ha provato a rianimarlo. Il piccolo è stato trasportato d’urgenza presso l’ospedale pediatrico Opa di Massa, dove è stato ricoverato in condizioni gravissime presso il reparto di terapia intensiva, ma dopo due giorni d’agonia ne è stato dichiarato il decesso. La morte è sopraggiunta, come riporta Fanpage, a causa dei danni cerebrali riportati dal bambino, probabilmente per il troppo tempo che trascorso sott’acqua. La struttura comunale è stata sottoposta a sequestro dai carabinieri di Pontremoli intervenuti sul posto che stanno indagando per far chiarezza sull’accaduto e ricostruirne la dinamica esatta. Numerosi i messaggi di cordoglio per la famiglia di Ibrahim, tra cui quello del sindaco di Villafranca, Filippo Bellesi, che sul proprio profilo Facebook ha scritto: “Abbiamo sperato fino alla fine che il bambino soccorso ieri in piscina ce la potesse fare ma purtroppo si è giunti in questi minuti all’epilogo più tragico. Tutta l’Amministrazione si stringe costernata accanto ai familiari“.

Leggi anche —> Prima la lite in strada, poi il folle gesto: la scena è raccapricciante