Ritirato dal Ministero budino al cioccolato: ecco cosa hanno trovato al suo interno

0
1286
Budino al cioccolato
Budino al cioccolato (foto dal web)

Il Ministero della Salute ha richiamato del budino al cioccolato bio della marca Söbbeke poichè al suo interno potrebbero esserci dei pezzi di vetro.

Nuovo allarme da parte del Ministero della Salute in merito a prodotti alimentari. Sulla sezione “Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori”, il Ministero ha pubblicato una nota rendendo noto il richiamo di un lotto di budino al cioccolato bio a marchio Söbbeke: in alcuni vasetti con scadenza fissata al 9 agosto 2019 potrebbero rinvenirsi dei pezzi di vetro.

Leggi anche —> Prima la lite in strada, poi il folle gesto: la scena è raccapricciante

Ministero ritira budino al cioccolato: “Restituiteli al punto vendita dove li avete acquistati”.

Il Ministero della Salute, riporta la redazione di Fanpage, dopo alcuni controlli in merito, con una nota pubblicata il 5 agosto scorso sul proprio sito istituzionale, avrebbe riferito di aver disposto il ritiro di un lotto di budino al cioccolato del marchio Sobbeke. Nell’avviso si legge che il prodotto è stato ritirato per rischio fisico, poiché in alcuni vasetti potrebbero rinvenirsi dei frammenti di vetro. Il budino è distribuito in confezioni da 150gr e la loro data di scadenza è fissata al 9 agosto 2019 ed è stato prodotto, si legge nella nota sulla sezione “Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori”, dall’azienda Molkerei Söbbeke Gmbh, nello stabilimento di Amelandsbrückenweg 131, a Gronau-Epe, nella Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania, con marchio di identificazione: DE NW 501 EG.  Il Ministero ha consigliato, a scopo precauzionale di non consumare il prodotto oggetto del ritiro e di riportalo nei punti vendita dove sono stati acquistati. In ogni caso i ritiri, qualora non dovesse più riscontrarsi pericolo per la salute potrebbero essere revocati, pertanto si consiglia di controllare sempre il sito del Ministero. Anche la stessa azienda sul proprio sito aveva reso noto il ritiro dei prodotti distribuiti non solo in Italia ma anche in Germania, Belgio, Spagna, Lussemburgo e Polonia. Nell’avviso l’azienda, scusandosi con i propri clienti, ha consigliato a chiunque avesse acquistato il prodotto di riconsegnarlo nei punti vendita per ricevere un rimborso, anche senza scontrino d’acquisto.

Leggi anche —> Ondata di maltempo al Nord: uragano e chicchi di grandine da 2 cm – VIDEO