Gajser e Guadagnini
Gajser e Guadagnini (Getty Images / Facebook)

MXGP | Tim Gajser profumo di Mondiale, Guadagnini incanta in 125

Tim Gajser sente profumo di Mondiale. Il pilota sloveno si è concesso in Belgio il lusso di vincere il GP pur arrivando solo secondo in entrambe le manche. In Gara-1 a vincere ci ha pensato Romain Febvre, mentre in Gara-2 a salire sul gradino più alto del podio ci ha pensato Max Anstie.

Impressionante l’impresa del britannico, che caduto mentre era in testa è stato capace di riprendere e superare nuovamente Gajser per prendersi la vittoria di manche. Lo sloveno in ogni caso ha dato l’impressione di gestire semplicemente la gara per non prendersi troppi rischi in vista di un Mondiale che, dopo l’uscita di scena di Tony Cairoli per infortunio, è saldamente nelle sue mani.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Prado e Guadagnini, due giovani che mordono

Prossima tappa del Mondiale Imola il 18 agosto dove lo sloveno potrebbe già festeggiare il suo secondo titolo iridato in MXGP. Il primo era arrivato nel 2016, mentre nel 2015 aveva conquistato il Mondiale in MX2. I punti di vantaggio su Seewer sono ben 187.

Continua dominare invece in MX2 Prado che ha portato a casa un’altra doppietta e ora comanda la classifica con 124 punti di vantaggio su Vlaanderen. A salvare i colori italiani, rimasti orfani di Cairoli, ci pensa ancora una volta uno stratosferico Guadagnini, che con un primo e un secondo posto nelle due manche guadagna altri 7 punti nell’Europeo 125 sul francese Guyon, suo diretto inseguitore, che ora si trova a 20 punti dall’italiano ad un solo round dalla fine del campionato.

Antonio Russo