MotoGP, Andrea Iannone: “Aprilia deve reagire”

Andrea Iannone
Getty Images

MotoGP, Andrea Iannone: “Aprilia deve reagire”

Brno ostica per i piloti Aprilia Andrea Iannone e Aleix Espargaró che hanno chiuso al 17° e 18 ° posto la decima tappa del Motomondiale. Sin dalla prima giornata il pilota di Vasto ha lamentato troppe difficoltà in sella alla RS-GP e guarda al test di oggi come ad una via di uscita da una situazione non certo facile. “Non è iniziato come volevamo – riporta Speedweek.com -. Alla fine, abbiamo avuto molti problemi durante tutto il weekend e ho avuto anche molti problemi in gara”, ha spiegato The Maniac.

Andrea Iannone aveva in mente un piano, ma ogni strategia diventa impossibile dinanzi a lacune tecniche troppo evidenti: “Domenica era molto importante gestire le gomme nel miglior modo possibile. Fin dall’inizio, ho cercato di concentrarmi su questo, per essere un po’ meglio posizionato verso la fine della gara rispetto ai miei avversari. Ma abbiamo perso più di 30 secondi dal vincitore. Non c’era motivo di sorridere. Una domenica davvero, molto brutta per noi”.

Non ha certo intenzione di gettare la spugna il pilota di Vasto, alla ricerca costante di uno sviluppo della moto in grado di mettersi al passo quantomeno con i diretti avversari. Ma serve innanzitutto un passo avanti da parte dell’azienda: “È importante che Aprilia reagisca un po’ e sia un po’ più veloce in modo da poter ridurre il divario. Abbiamo bisogno di un po’ più di supporto”. Tradotto in altre parole, nel test ufficiale di oggi a Brno non ci saranno grosse novità sostanziali: “Al momento, non credo che abbiamo molte parti diverse, ma abbiamo sicuramente molte idee. Le proveremo, una giornata di test è sempre importante”.