Esplosione nella notte: strage davanti ad un ospedale

Esplosione ospedale
Il luogo dell’esplosione davanti all’ospedale del Cairo (Getty Images)

Un’esplosione provocata da un’auto lanciata in contromano contro altri veicoli ha causato una strage davanti ad un ospedale del Cairo (Egitto): 19 morti e 30 feriti.

Strage nella serata di ieri, domenica 4 agosto, davanti ad un ospedale de Il Cairo dove un’auto lanciata contromano scontrandosi con altre vetture ha provocato una grande esplosione. Il bilancio della deflagrazione è drammatico: 19 morti e 30 feriti. Stando alle prime informazioni la tragedia si è consumata nei pressi della famosa piazza Tahrir davanti all’Istituto nazionale per il cancro della capitale egiziana, i cui pazienti sarebbero stati fatti evacuare per sicurezza anche se tutti rimasti illesi dopo la deflagrazione.

Il Cairo, auto si lancia contro altre vetture e provoca un’esplosione: 19 morti e 30 feriti

Diciannove morti e trenta feriti è il bilancio dell’esplosione verificatasi nella serata di ieri, domenica 4 agosto, nei pressi di piazza Tahrir al Cairo, in Egitto. Secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione de La Repubblica, a causare la deflagrazione sarebbe stata un’auto lanciatasi contromano ad alta velocità contro altre vetture che si trovavano di fronte all’Istituto nazionale per il cancro della capitale egiziana, il più importante ospedale oncologico della città. I pazienti della struttura per sicurezza sono stati fatti evacuare anche se non avrebbero riportato lesioni e sarebbero tutti illesi, dato che l’esplosione si sarebbe verificata nei pressi degli uffici amministrativi del nosocomio lontano dalle stanze di degenza. Il ministero della Salute, stando a quanto riferito dall’agenzia Mena, ha ordinato lo stato di allerta “per gestire la situazione e assicurare la migliore assistenza possibile alle persone coinvolte“.  Sul luogo della tragedia, come riportato da Repubblica, sono arrivati gli operatori sanitari a bordo di oltre 40 ambulanze che hanno trasportato i feriti presso l’ospedale di Nasser, dove si è recato il ministro della Salute per fargli visita ed accertarsi delle loro condizioni. Intanto sull’accaduto per accertare i motivi della strage e ricostruire l’esatta dinamica dei fatti è stata aperta un’inchiesta ed il pm egiziano Nabil Ahmed Sadeq ha inviato sul posto una squadra investigativa.

Leggi anche —> Ragazzo entra in un supermercato e compie una strage: drammatico il bilancio