Un altro lutto per la serie televisiva Il Commissario Montalbano – VIDEO

È morto all’età di 79 anni il regista de Il Commissario Montalbano Alberto Sironi. Si tratta del secondo lutto per la famosa serie tv in onda sui canali Rai che neanche due settimane fa aveva pianto per la scomparsa dello scrittore Andrea Camilleri. Commovente il ricordo di Luca Zingaretti condiviso sul proprio profilo Instagram.

Mondo dello spettacolo in lutto per la morte del regista Alberto Sironi. Il famoso regista, originario di Busto Arsizio, è scomparso all’età di 79 anni ad Assisi. Sironi aveva lasciato poche settimane fa le riprese della serie tv Il Commissario Montalbano che proprio qualche giorno fa aveva pianto la scomparsa di Andrea Camilleri. A confermare la notizia all’agenzia Ansa, è stato Carlo Degli Esposti, produttore con la Palomar della serie sul noto commissario siciliano.

Leggi anche —> Morte Andrea Camilleri, il commovente messaggio di Luca Zingaretti – VIDEO

Mondo dello spettacolo in lutto: è morto Andrea Sironi, il regista de Il Commissario Montalbano

Un altro addio nel giro di sole due settimane per la famiglia de Il Commissario Montalbano che dopo la scomparsa dello scrittore Andrea Camilleri piange la morte del regista Alberto Sironi che ha guidato la serie sin dal principio nel 1999. Solo qualche settimana fa, Sironi aveva abbandonato le riprese delle nuove puntate a causa della malattia che lo aveva colpito lasciando il timone allo stesso attore protagonista Luca Zingaretti. A confermare la notizia del decesso del famoso regista che oggi avrebbe compiuto 79 anni è stato all’Ansa Carlo degli Esposti che con la Palomar ha prodotto da sempre la serie su Montalbano. Sironi, formatosi alla scuola d’arte drammatica del Piccolo Teatro a Milano, aveva iniziato la sua carriera con alcune inchieste e reportage collaborando con la Rai alla fine degli ’70. Successivamente da sceneggiatore e regista realizzò due telefilm tratti dalla raccolta di racconti Il centodelitti di Giorgio Scerbanenco. Tra le sue opere come regista si ricordano la serie tv del 1995 Il grande Fausto, incentrata sulla vita di Fausto Coppi, nel 2003 Salvo D’Acquisto, sulla vita del carabiniere che si sacrificò nel 1943 per salvare dei civili durante un rastrellamento delle truppe naziste, e la miniserie Pinocchio (2009) ispirata al romanzo Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di Carlo Collodi. Sironi alla fine degli anni ‘90 scrive e dirige alcuni sceneggiati radiofonici, tra cui Rimorsi (80 puntate) e dirige sin dalla prima puntata la serie Il Commissario Montalbano scegliendo come protagonista Luca Zingaretti.

Morto Andrea Sironi, il commovente ricordo su Instagram dell’attore Luca Zingaretti

Numerosi sono stati i messaggi di cordoglio dopo che la notizia della morte di Sironi si è diffusa, tra cui quello di Luca Zingaretti che sul proprio profilo di Instagram ha scritto in un post accompagnato da una foto insieme al regista: “Quante volte ci siamo mandati a quel paese, quante volte hai cucinato per noi, quante battaglie abbiamo condiviso, quante scene abbiamo riscritto, quante volte ci siamo detti ok, quante volte mi hai compreso, mi hai appoggiato, mi hai confortato. Quante volte hai minimizzato dove gli altri avrebbero ingigantito. Sei stato – prosegue Zingaretti- l’unico regista che quando davi motore cominciavi a raccontare le barzellette. Gli altri chiedevano il silenzio, tu raccontavi di Alberto Sordi. Quanti bicchieri di vino, quante chiacchierate, quante confidenze. Quante volte abbiamo fatto fronte comune. E che sapienza! Tanta parte del successo tv dei nostri film è tuo. E non lo dico adesso che non ci sei più, l’ho sempre urlato. Non te lo hanno detto abbastanza, non te lo hanno riconosciuto abbastanza. Ma lo sapevano tutti. Che sapienza, che cultura, che simpatia, che leggerezza, che signorilità, che gentiluomo eri. Quante volte, se riconoscevi che avevo ragione, hai detto ‘ok, la tua idea è migliore facciamo come dici tu’ senza sentirti minimamente sminuito, perché avevi un animo grande. Perché ci stimavamo e ci volevamo bene. In poco tempo è la seconda volta che piango un complice di questa avventura che ci accomuna da tanto tempo. È penoso – conclude l’attore- è duro, è proprio un anno di merda! Addio amico mio!“. Il post al momento ha ricevuto oltre 15mila like e centinaia di commenti nei quali gli utenti hanno voluto esprimere il proprio cordoglio per la morte del regista.

View this post on Instagram

Quante volte ci siamo mandati a quel paese, quante volte hai cucinato per noi, quante battaglie abbiamo condiviso, quante scene abbiamo riscritto, quante volte ci siamo detti ok, quante volte mi hai compreso, mi hai appoggiato, mi hai confortato, Quante volte hai minimizzato dove gli altri avrebbero ingigantito. Sei stato l’unico regista che quando davi motore cominciavi a raccontare le barzellette. Gli altri chiedevano il silenzio, tu raccontavi di Alberto Sordi. Quanti bicchieri di vino, quante chiacchierate, quante confidenze. Quante volte abbiamo fatto fronte comune. E che sapienza! Tanta parte del successo tv dei nostri film è tuo. E non lo dico adesso che non ci sei più, l’ho sempre urlato. Non te lo hanno detto abbastanza, non te lo hanno riconosciuto abbastanza. Ma lo sapevano tutti. Che sapienza, che cultura, che simpatia, che leggerezza, che signorilità, che gentiluomo eri. Quante volte, se riconoscevi che avevo ragione, hai detto “ok, la tua idea è migliore facciamo come dici tu” senza sentirti minimamente sminuito, perché avevi un animo grande. Perchè ci stimavamo e ci volevamo bene. In poco tempo è la seconda volta che piango un complice di questa avventura che ci accomuna da tanto tempo. È penoso, è duro, è proprio un anno di merda! Addio amico mio! #albertosironi #montalbano #rip #amico #amicizia pic by @pannisporchi

A post shared by Luca Zingaretti (@lucazingarettiofficial) on

Leggi anche —> Omicidio Sarah Scazzi: le attività di Sabrina e Cosima in carcere