Tragedia tra le montagne: due persone perdono la vita praticando uno sport estremo

Soccorso Alpino
Soccorso Alpino (foto dal web)

Due turisti 41 e 48 anni sono morti mentre praticavano il canyoning tra le montagne della Val Bodengo, in provincia di Sondrio.

Tragedia in Val Bodengo, nel comune di Gordona (Sondrio) dove ieri mattina, sabato 3 agosto, dove due turisti hanno perso la vita mentre praticavano il canyoning, sport acquatico che si pratica in montagna e che consiste nella discesa di gole strette attraverso pareti rocciose. Le due vittime, un austriaco di 41 anni ed un 48enne tedesco, si trovavano insieme ad altri cinque amici rimasti illesi e ritrovati dai soccorritori che avevano avviato le ricerche dopo essere stati contattati dai titolari dell’agriturismo dove la comitiva alloggiava. Sul posto sono subito arrivati gli uomini del soccorso alpino e dei vigili del fuoco che hanno avviato le operazioni di recupero, rese complicate dalle gole molto strette, durante le quali sono stati rinvenuti i corpi senza vita dei turisti per cui non c’era più nulla da fare.

Tragedia in Val Bodengo: due turisti perdono la vita mentre praticavano canyoning

Due turisti di 41 e 48 anni sono morti in Val Bodengo, nel territorio di Gordona, comune in provincia di Sondrio, mentre praticavano canyoning. Le vittime, un cittadino tedesco ed uno austriaco, secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Corriere della Sera, stavano provando a scalare le gole strette della Val Bodengo. A lanciare l’allarme sono stati i titolari di un agriturismo dove i sette alloggiavano preoccupati per il loro mancato rientro. Immediatamente sono scattate le ricerche e le operazioni di recupero da parte del soccorso alpino e dei vigili del fuoco che hanno raggiunto il luogo della tragedia. I soccorritori hanno prima individuato cinque turisti illesi intrappolati in un bosco. In un luogo poco più distante è stata rintracciata una delle due vittime, intrappolata nelle corde sotto il getto della cascata, mentre il cadavere del secondo turista è stato rinvenuto in una pozza d’acqua a trecento metri più a valle. Per i due non c’è stato più nulla da fare ed è stato possibile solo constatarne il decesso, avvenuto per annegamento. Le operazioni di recupero, come riporta Il Corriere della Sera, sono state rese molto complicate data la zona molto impervia. Le due salme sono state trasferite all’obitorio dell’ospedale di Chiavenna a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà stabilire l’eventuale autopsia.

Leggi anche —> Dramma nella notte: investe ed uccide due giovani ragazzi dopo una lite