Ragazzo entra in un supermercato e compie una strage: drammatico il bilancio

0
294
Strage El Paso supermercato
Il luogo della sparatoria ad El Paso (Getty Images)

Un ragazzo di 21 anni nella mattinata di ieri sarebbe entrato in un supermercato di El Paso ed avrebbe compiuto una strage con un Kalashnikov: 20 almeno i morti e 26 i feriti.

Mattinata di terrore quella di ieri, sabato 3 agosto, a El Paso, in Texas, negli Stati Uniti, dove un ragazzo di 21 anni armato di fucile ha compiuto una strage. Secondo le prime informazioni, il 21enne sarebbe entrato in un supermercato della catena Walmart imbracciando un fucile intorno alle 10:30 (le 18:30 in Italia) ed ha aperto il fuoco sparando all’impazzata contro i presenti. Il bilancio della sparatoria è drammatico: i colpi di fucile hanno raggiunto, secondo le autorità statunitensi, almeno 46 persone, 20 sono decedute e 26 sono rimaste ferite. In pochi minuti sul posto sono arrivati gli agenti di polizia che hanno fermato e portato il ragazzo in caserma.

Sparatoria in un supermercato di El Paso: 20 morti e 26 feriti

Non sono ancora completamente chiari i motivi che hanno spinto il giovane 21enne Patrick Crusius a compiere una strage nella mattinata di ieri all’interno di un supermercato Walmart ad El Paso, in Texas, negli Stati Uniti. Il giovane ragazzo originario di Dallas, secondo quanto riportato dai media statunitensi e dalla redazione di Rai News, sarebbe entrato intorno alle 10:30 (le 18:30 in Italia) nel supermercato, sito all’interno del centro commerciale di Cielo Vista, imbracciando un AK-47 Kalashnikov ed avrebbe iniziato a sparare all’impazzata colpendo oltre 40 persone. Secondo le prime informazioni, almeno 20 sarebbero i morti, tra cui anche 4 bambini, e almeno 26 i feriti, di cui alcuni in gravi condizioni. Crusius è stato arrestato pochi minuti dopo dalla polizia che è intervenuta sul posto con l’ausilio della Swat e l’Fbi. Adesso le autorità stanno cercando di risalire al movente di un simile gesto e pare che dietro alla sparatoria possa esserci il movente dell’odio razziale contro la comunità ispanica che vive nella città texana al confine con il Messico. Crusius, come riportato dalla stampa americana e da Rai News, avrebbe pubblicato su un sito di estrema destra un manifesto in cui parla del suo odio verso gli ispanici che starebbero, a suo avviso, rovinando la cultura americana. All’interno del manifesto ci sarebbero anche dei riferimenti alla strage compiuta nelle moschee di Christchurch in Nuova Zelanda lo scorso marzo. L’autenticità del libro e del suo autore è ancora al vaglio della polizia che sta indagando su quanto accaduto.

Leggi anche —> La maledizione dei Kennedy miete un’altra vittima: era  giovanissima – VIDEO