MotoGP, Maverick Vinales: “Non voglio provare la Yamaha 2020”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (Getty Images)

MotoGP, Maverick Vinales: “Non voglio provare la Yamaha 2020”

Maverick Viñales interrompe la scia positiva che portava avanti dalla vittoria di Assen. Dopo essere salito sul podio negli ultimi due GP, il pilota Yamaha è scomparso nella gara di Brno firmando una timida decima posizione, lontano dalle aspirazioni di Maverick prima dell’inizio della gara.

Il nono posto che ha raggiunto nella Q2 di sabato non è stato utile per il pilota di Roses, che ha anche iniziato dalla zona bagnata del rettilineo e ha perso diverse posizioni nel primo giro, scendendo fino alla 15esima posizione. Lo spagnolo della Yamaha è riuscito a recuperare cinque posizioni prima di tagliare il traguardo, a sette secondi dalla Yamaha di Valentino Rossi, sesto classificato a Brno.

Vinales a Brno ritorna al passato

Troppe difficoltà in gara e vecchi problemi. “Mi ci sono voluti sette giri per superare Bagnaia che era un secondo e mezzo più lento di me”, ha detto Maverick Viñales dopo la gara. “Non sono riuscito a superare a causa della mancanza di trazione e della velocità massima. Non sono riuscito a superare in nessuna curva”. Ancora una volta, Viñales ha lamentato la mancanza di aderenza che continua ad accusare la M1 quando le condizioni della pista non sono ideali: “Questo è ciò che accade con Yamaha, che con poca aderenza non funziona. Quando piove e si asciuga, la nostra moto perde tutto. Siamo stati fortunati ad Assen e Sachsenring. Se la pista non si fosse prosciugata qui, il risultato avrebbe potuto essere molto diverso”.

Domani sia Viñales che Valentino Rossi avranno a loro disposizione una prima versione della Yamaha 2020 in occasione del test privato che ospiterà il layout ceco. Paradossalmente, lo spagnolo ha assicurato che tra i suoi piani non c’è quello di provare la nuova moto, dal momento che vuole concentrarsi sulla risoluzione dei problemi della M1 2019: “Voglio concentrarmi sull’Austria per andare veloce lì e essere avanti, non mi interessa cosa succede nel 2020. La moto che teoricamente è progettata per il prossimo anno è qui – ha concluso Maverick Vinales – ma non la metterò alla prova”.