MotoGP, Valentino Rossi: “Yamaha deve lavorare, fatico a superare la KTM”

0
3351
Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

Miglior pilota Yamaha tra qualifiche e gara MotoGP a Brno, ma Valentino Rossi non può essere felice. Il sesto posto al traguardo non è un risultato in linea con le sue ambizioni e quelle del team Monster Energy.

Però va detto che il Dottore più di così non poteva fare oggi. La M1 è una moto con dei limiti ben noti e non mi possono compiere miracoli. Tra accelerazione e velocità sul rettilineo la Yamaha continua a risultare debole. Oggi abbiamo visto il nove volte campione del mondo faticare nel superare la KTM di Pol Espargarò, ad esempio.

MotoGP Brno: l’analisi di Valentino Rossi

Valentino Rossi si è concesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP al termine della gara. Questa la sua disamina: «Sono riuscito a partire in terza fila, che in questo periodo non è male. Ho fatto una bella partenza, superando subito Zarco ed ero già con quelli buoni. Poi avevo Espargarò davanti ed ero un po’ più forte, ma il problema è che facciamo molta fatica a superare perché nel dritto andiamo piano. Arriviamo troppo lontani al momento delle frenata e pertanto fatichi a superare pure un pilota più lento che ti è davanti. C’era molta differenza oggi, quelli davanti andavano di più. Avevano più passo, acceleravano meglio e quindi sicuramente dobbiamo lavorare. ».

Il 40enne pilota pesarese spera che la giornata di test prevista per domani a Brno possa dare delle risposte positive, anche se non si attende affatto una svolta importante della situazione: «Speriamo bene per domani, di andare un po’ meglio. Non ci aspettiamo tanto, è solo il primo step. Ma già andare meglio non è male. L’anno scorso nel lunedì di Brno hanno portato un parafango (ride, ndr) e quest’anno abbiamo addirittura un motore, mi sembra che la situazione sia migliorata. Yamaha si deve rendere conto che deve lavorare seriamente per recuperare il gap»