Andrea Iannone
Adrea Iannone (Getty Images)

MotoGP, Andrea Iannone ultimo a Brno: “Dobbiamo crederci”

Le condizioni miste verificatesi a Brno nel corso delle qualifiche hanno ulteriormente complicato le qualifiche delle Aprilia RS-GP. La pioggia caduta prima della FP3 ha azzerato la possibilità, per Aleix Espargarò e Andrea Iannone, di tentare l’assalto alla top ten, posizione che avrebbe evitato loro la prima qualifica Q1. I tempi, inevitabilmente più alti per tutti hanno congelato le posizioni ai turni del venerdì.

La prima sessione di qualifiche si è tenuta in condizioni di pista bagnata che andava progressivamente asciugandosi, ma costringendo i piloti a montare gomme rain. Il pilota spagnolo ha chiuso in ottava posizione che gli vale il diciottesimo posto in griglia di partenza. Andrea si è fermato al tempo di 2’07.923, che significa il 23esimo crono e la ottava fila in griglia. “Le condizioni di oggi erano difficili e non sono riuscito a trovare il giusto feeling sul bagnato – ha detto Aleix Espargarò -. La pista cambiava in continuazione, fortunatamente domani si correrà sull’asciutto dove penso di essere ad un buon livello. La gara sarà lunga e, avendo avuto pochi turni a disposizione per lavorare, nella seconda metà dovremo gestire il consumo delle gomme. Questo per noi non è uno svantaggio, partirò aggressivo da subito e cercherò di recuperare quante più posizioni possibile”.

Il pilota di Vasto si è fermato al tempo di 2’07.923 equivalente all’ultima posizione in griglia. “E’ stata una giornata difficile e domani sarà dura, ma quello che dobbiamo fare è continuare a guardare avanti e lavorare. Certo le condizioni, sia in FP3 che in qualifica, non ci hanno aiutato, sarebbe stata molto meglio anche una situazione di pioggia – ha sottolineato Andrea Iannone -. Ma la verità è che dobbiamo migliorare, crederci e mettercela tutta, già a partire da domani in gara”.