Marc Marquez rischia di cadere dalla sua Honda a nove giri dalla fine del Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno (Fotogramma dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)
Marc Marquez rischia di cadere dalla sua Honda a nove giri dalla fine del Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno (Fotogramma dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)

MotoGP | Pazzo Marquez: rischia di buttare via la vittoria, ma si salva così (VIDEO)

Lo aveva detto solo ieri: “Scusate se ho rischiato troppo, ma sono fatto così”. È il solito Marc Marquez, quello che nonostante stia già dominando il campionato del mondo di MotoGP e sia avviato indisturbato verso l’ottavo titolo iridato, non accenna neanche per un secondo a mollare la manopola del gas. Anzi, continua a spingere a fondo, senza fare calcoli sul suo margine di vantaggio.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Guidare da ragioniere o amministrare sono verbi che non fanno proprio parte del suo vocabolario: il Cabroncito, come un equilibrista consumato, si muove sempre sul filo sottile che separa la gloria dal disastro. E va sempre a caccia del massimo risultato possibile, anche a rischio di buttare tutto al vento con il minimo errore.

È stato così nelle qualifiche di ieri a Brno, dove sotto la pioggia ha montato le gomme da asciutto, eppure è riuscito a non cadere nelle insidie dell’asfalto umido, ma al contrario ha rifilato 2.5 secondi a tutta la concorrenza, prendendosi la pole position. Ed è stato così anche oggi nel Gran Premio della Repubblica Ceca, dove ha mantenuto il comando delle operazioni dal primo all’ultimo giro, vincendo con quasi 2.5 secondi di distacco sul suo diretto rivale per il Motomondiale, Andrea Dovizioso.

E dire che, anche questa volta, è arrivato ad un millimetro da gettare all’aria il successo, per la precisione a nove giri dalla bandiera a scacchi. In curva, infatti, ha perso per un attimo l’anteriore della sua Honda, ma invece di finire per terra è riuscito a riprendere il controllo con una manovra spettacolare e ad evitare di essere disarcionato. Il solito Marquez, dicevamo. Del resto, non si vincono cinquanta gare in MotoGP per nulla…