MotoGP, Dovizioso: “Marquez battibile. Impossibile paragonarlo a Rossi”

0
28783
Andrea Dovizioso MotoGP
Andrea Dovizioso (Getty Images)

Un anno fa Andrea Dovizioso a Brno conquistò la sua seconda vittoria nel campionato MotoGP 2019, dopo quella ottenuta in Qatar, e nel weekend potrebbe ripetersi. Infatti, anche oggi si ritrova con all’attivo solo il successo di Losail e in vista della gara in Repubblica Ceca appare tra i favoriti.

Sono ben 58 i punti che lo separano da Marc Marquez nella classifica piloti MotoGP e per cercare di riaprire i giochi per il titolo diventa fondamentale vincere. Va detto che lo spagnolo anche a Brno va forte e dunque non sarà semplice batterlo, però il rider della Ducati deve estrarre dal cilindro una prestazione perfetta nel fine settimana.

MotoGP, Dovizioso sulla sfida a Marquez e il momento di Rossi

Dovizioso in un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport ha parlato della battaglia con Marquez, che può diventare frustrante vedendo che alla fine Marc vince sempre: «Nessuno è imbattibile e gli ultimi anni lo abbiamo dimostrato. Focalizzarci su Marc però è sbagliato, non lo faccio ora e non l’ho fatto gli ultimi due anni. Anche perché ha caratteristiche e una moto completamente diverse. Noi dobbiamo trovare soluzioni nel nostro pacchetto».

Al pilota della Ducati viene domandato se Marquez sia il rivale più forte di sempre. Questa la sua risposta sull’argomento: «Non è facile da dire. Uno dei più forti? Sicuramente. Il più forte? Può essere, ma non puoi fare una classifica. Anche un paragone tra Valentino e Marc non è possibile, parliamo di due età e momenti diversi… Normale che chi vince al momento viene visto come il più forte, ma non vuol dire sia vero».

Secondo Dovizioso, è impossibile fare un paragone tra Marquez e Valentino Rossi. E a proposito della situazione del Dottore, ha espresso così il proprio parere: «Ha fatto un primo quarto di stagione da paura, dimostrando che, anche se fa più fatica, in gara c’è. Poi non so perché ha perso questo feeling, mentre gli altri piloti stanno facendo meglio. Onestamente, leggere la situazione Yamaha è impossibile, si stanno vedendo troppe cose strane e diverse. Da un Quartararo senza esperienza che fa prestazioni esagerate con la moto non ufficiale, a un Rossi che ha dominato la prima parte, a un Viñales che si è svegliato e fa la differenza».

Adesso il rider forlivese è focalizzato sul weekend MotoGP a Brno. Oggi pomeriggio ci sono le prove libere e sarà importante conquistare un ottimo piazzamento. Un anno fa riuscì a prendersi la pole position e ci riproverà nuovamente.