Mamma uccide le figlie piccole: il motivo è sconvolgente

Mamma uccide le figlie piccole: il motivo è sconvolgente

È arrivata la condanna nei confronti di Louise Porton, la ragazza di 23 anni britannica che è stata accusata di aver ucciso le figlie di tre anni e diciassette mesi, perché avrebbero ostacolato la sua vita privata e quella sessuale. La corte di Birmingham non le ha fatto sconti nel giudicarla, il processo è durato cinque settimane e poi le è stato dato l’ergastolo, con un minimo di 32 anni di carcere. Lexi Draper e Scarlett Vaughan sono state uccise a distanza di due settimane l’una dall’altra.

Alena Seredova rivela: “Ecco come ho scoperto che mio marito Gigi Buffon mi tradiva” —> LEGGI QUI

Come scrive il Mirror, la Porton considerava d’intralcio le due bimbe. La maternità le stava impedendo di vivere la sua vita come avrebbe voluto, così ha strangolato Lexi il 15 Gennario e Scarlett sarebbe morta allo stesso modo. Sul suo corpo sono stati rintracciati segni di sanguinamento nella zona del collo. A inchiodare la madre sono stati i comportamenti tenuti subito dopo la tragedia. La 23enne è stata vista andare in bagno e scattarsi delle foto in topless mentre la sua bambina era ricoverata, e ha accettato anche 43 richieste d’amicizia su un’app di appuntamenti.