Marc Marquez chiede chiarimenti sul motore di Valentino Rossi

0
48820
Marc Marquez
Marc Marquez (Getty Images)

Marc Marquez chiede chiarimenti sul motore di Valentino Rossi

Marc Márquez chiude il venerdì di Brno al secondo posto, a soli 23 millesimi dall’astro nascente Fabio Quartararo. Sul passo gara resta il favorito, del resto il Cabroncito ha lavorato anche su due differenti telai e con gomme usate. “Il tempo veloce l’ho fatto col nuovo telaio (rivestito in carbonio), ma mi sento ancora più a mio agio con il telaio che ho usato finora. Non mi piace dire il più vecchio ma il telaio del 2019. Questo perché lo conosco, ho vinto con questo cinque gare e lo conosco molto bene”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Brno è un tracciato dove solitamente la Honda soffre, ma quest’anno le sensazioni sembrano migliorate. Resta l’enigma sul telaio e se da un lato HRC punta al nuovo rivestito in carbonio, il campione del mondo resta sulle sue posizioni. “Jorge (Lorenzo) ha usato questo telaio. Ne aveva due. Lo usò al Montmeló, ma cadde e lo distrusse, e poi ad Assen cadde e non poté più provarlo. Cal (Crutchlow) potrebbe provarlo lunedì, anche se questa è una decisione della Honda. I test devono essere eseguiti al limite della moto, perché vanno in un modo o nell’altro a seconda del tempo. Il telaio è il più visibile, perché sembra nero, ma Cal, Jorge e Stefan (Bradl) lavorano in altre aree per cercare di avere la moto più completa e la migliore in tutti i circuiti”.

Nelle FP2 si è rotto il motore della Yamaha di Valentino Rossi con il rischio di lasciare macchie di olio in pista. “Sono già caduto qui due anni fa a causa dell’olio lasciato da Bautista e non è piacevole. Sicuramente Valentino non si è reso conto di aver rotto il motore. Sarà la Direzione Gara a chiarire”. Anche in questo week-end la bega principale potrebbe essere il giovane Quartararo: “Lui è avanti, ma a livello di ritmo Dovizioso e io siamo i migliori. Dovizioso è il più completo qui. Quindi, le due Yamaha sono migliori rispetto allo scorso anno e devono lottare almeno per il podio”.