Leclerc avvisa: “L’Ungheria non è favorevole alla Ferrari”

0
110
Charles Leclerc (©Getty Images)

F1 | Leclerc avvisa: “L’Ungheria non è favorevole alla Ferrari”

Ormai è diventato un vero e proprio refrain. Non passa gran premio che dal Cavallino non arrivi la dichiarazione che la pista non è adatta alla macchina, di conseguenze le parole pronunciate da Charles Leclerc alla vigilia del round di Budapest della F1, non scatenano sensazione.

Il nostro punto di forza al momento è la velocità di punta, e l’Hungaroring non è noto per i suoi lunghi rettilinei, quindi mi aspetto un weekend un po’ più difficile per noi“, ha attaccato il monegasco, reduce da un fine settimana ad Hockeheim partito nel migliore dei modi e terminato invece contro le barriere.

In Germania l’auto sia è confermata piuttosto competitiva sia sul bagnato, sia sull’asciutto. Questa constatazione ci ha sicuramente incoraggiati“, ha proseguito tornando sul misfatto di qualche giorno fa. “Purtroppo il mio errore ha vanificato il lavoro fatto, ma il secondo posto conquistato dal mio compagno di squadra ha confermato che il passo era molto buono. Adesso dobbiamo concentrarci su questo circuito che, come detto, sulla carta non si preannuncia favorevole. Da parte nostra cercheremo di sovvertire il pronostico“.

> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Leggermente più ottimista, forse perché proprio galvanizzato da un piazzamento che per lui ha avuto il sapore del riscatto dopo diverse corse rovinate da errori, Vettel ha manifestato una certa fiducia nelle novità che la Ferrari ha portato in Ungheria.

Sono abbastanza positivo sull’esito di questo appuntamento. In teoria non dovremmo essere i più papabili al successo visto il layout del tracciato, ma mai dire mai“, ha proclamato speranzoso. “Abbiamo vissuto la stessa situazione altrove e alla fine i riscontri sono stati dalla nostra parte. Dobbiamo cercare di mettere tutto insieme. Per l’occasione avremo a disposizione alcuni aggiornamenti che ci auguriamo possano confermare dei passi avanti”.

Chiara Rainis