Il parere del team principal: “Charles Leclerc più bravo di Sebastian Vettel”

0
694
Charles Leclerc (©Getty Images)

F1 | Il parere del team principal: “Charles Leclerc più bravo di Sebastian Vettel”

In realtà, se guardiamo a quanto successo in Germania qualche dubbio ci viene rispetto alla tesi avanzata da Fredric Vasseur. Infatti, ad Hockenheim, non appena capito che poteva raccogliere un risultato pesante, Leclerc ha sbagliato, buttando via punti preziosi per la Ferrari, proprio nel weekend in cui invece avrebbe potuto approfittare della scarsa forma della Mercedes.

Eppure, secondo il boss dell’Alfa Romeo, il monegasco avrebbe dimostrato dal debutto in F1, avvenuto nel 2018 proprio con il team di Hinwil, ad oggi, di avere nervi più saldi rispetto al compagno di squadra Vettel.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Personalmente non mi aspettavo che Charles si adattasse tanto velocemente alla Rossa“, ha sostenuto parlando alla tv francese Canal +. “Tutto pare più difficoltoso per Sebastian. E anche se entrambi sono messi sotto pressione dalle Frecce d’Argento, il 21enne sembra essere capace di gestire meglio la situazione“.

Sebbene, numeri alla mano, Seb vanti in classifica generale 141 punti, mentre il campione di F2 del 2017 120, per il dirigente transalpino non passerà molto tempo prima che dai vertici del Cavallino arrivi il contro-ordine, con Leclerc promosso a capitano e Vettel relegato al ruolo di scudiero.

Charles si è reso protagonista di un’ottima prima parte di mondiale. Certamente, non è stato così in ogni gara e non mi riferisco all’incidente della Germania quando è finita male anche per le due W10“, ha argomentato giustificando lo svarione del suo ex driver. “Purtroppo lì le ultime ultime curve erano davvero scivolose e molti hanno sbagliato“.

Detto ciò dall’inizio del weekend si era dimostrato abbastanza veloce da poter puntare alla pole position e anche nei tre/quattro GP precedenti era apparso in forma“, ha chiosato evidenziando le innegabili doti del giovane di Montecarlo, che se saprà stare coni  piedi per terra potrà fare grandi cose in futuro.

Chiara Rainis