Carabinieri Gis
Reparto Gis dei carabinieri (foto dal web)

Un ragazzo di 25 anni affetto da problemi psichici si è barricato in casa, in una frazione di Pozzuoli, per circa 27 ore minacciando di far esplodere delle bombole di gas. Sul posto sono intervenute le forze speciali che con un blitz nell’appartamento hanno catturato il 25enne.

Sono terminate le ore di tensione e paura a Monterusciello, frazione del comune di Pozzuoli, in provincia di Napoli, dove un ragazzo di 25 anni si era barricato in casa insieme alla madre anziana minacciando di far esplodere delle bombole di gas che aveva in casa. Dopo 27 ore di terrore, durante le quali i condomini del palazzo era stati fatti evacuare, le forze speciali sono intervenute facendo irruzione nella palazzina e catturando il 25enne che adesso è accusato di lesioni, violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Pozzuoli, ragazzo si barrica in casa con la madre: catturato dopo l’intervento delle forze speciali

Ha tenuto sotto scacco un intero palazzo gettando nel terrore un quartiere di Monterusciello, frazione del comune di Pozzuoli, in provincia di Napoli, per circa 27 ore. Un ragazzo di 25 anni affetto da problemi psichici per oltre un giorno si è barricato in casa, dove si trovava anche la madre anziana, minacciando il suicidio e di far esplodere alcune bombole di gas che aveva all’interno dell’appartamento. Nonostante i diversi tentativi di farlo desistere, il 25enne ha proseguito, lanciando addirittura dal terzo piano una bombola nel cortile che fortunatamente non è esplosa causando una possibile strage. Dopo circa 27 ore, come riportato dalla redazione di Fanpage, sul posto sono intervenuti i militari del GIS, Gruppo Intervento Speciale dell’Arma dei Carabinieri, che sono riusciti a far irruzione nella palazzina. Le forze speciali, dopo aver pianificato il blitz, hanno prima lanciato alcune flashbang all’interno dell’appartamento e sul balcone per stordire il ragazzo e poi calandosi dal quarto piano sono penetrati nell’abitazione catturando e neutralizzando il 25enne. Il responsabile è stato arrestato e trasferito in carcere con l’accusa di lesioni, violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. La madre che era con lui in casa è stata visitata dal personale medico che si trovava sul posto. La donna anziana non ha riportato ferite, ma solo un grande spavento come i molti residenti della zona.

Leggi anche —> Tragico incidente in autostrada: morti e feriti