I funerali del carabiniere ucciso: la commovente lettera della moglie

0
180
Funerali carabiniere
I funerali di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a coltellate mentre era in servizio (Getty Images)

Durante i funerali del carabiniere ucciso a coltellate, la maglie del militare ha letto una commovente lettera dedicata alle moglie dei militari dell’Arma.

Ieri, lunedì 29 luglio, si sono celebrati i funerali del carabiniere Mario Cerciello Rega, di 35 anni, ucciso nella notte tra giovedì e venerdì scorso a coltellate mentre si trovava in servizio. Le esequie si sono svolte nel paese natale del militare dell’Arma a Somma Vesuviana (Napoli) nella chiesa di Santa Croce. Ad attendere il feretro del vicebrigadiere, giunto da Roma dove era stata allestita la camera ardente in piazza Monte della Pietà, una folla di gente commossa che ha voluto dare l’ultimo saluto al 35enne. In chiesa la moglie ha letto una commovente lettera dedicata alle mogli dei carabinieri, la stessa che le avevano dedicato al suo matrimonio celebrato lo scorso 13 giugno.

I funerali del carabiniere ucciso: la moglie legge in chiesa una commovente lettera

Una folla immensa ieri mattina ha dato l’ultimo saluto al carabiniere Mario Cerciello Rega, ucciso notte tra giovedì e venerdì scorso a coltellate mentre tentava di arrestare due studenti americani in cerca di droga. I funerali si sono svolti a Somma Vesuviana, paese d’origine di Rega, nella chiesa di Santa Croce. Durante le esequie, la moglie del carabiniere affranta dal dolore ha letto in chiesa una lettera straziante, una lettera dedicata alle moglie dei carabinieri che le avevano dedicato solo un mese e mezzo fa, il 13 giugno, al suo matrimonio. Un giorno il buon Dio stava creando un modello di donna da destinare a moglie di carabiniere“, cosi ha iniziato Maria Rosa Esilio che poi ha proseguito leggendo tutto d’un fiato per poi scoppiare in lacrime solo alla fine. La lettera, come riportato da Il Messaggero, prosegue con il dialogo tra Dio e un angelo, durante il quale il Signore spiega perché la moglie di un carabiniere deve essere diversa dalle altre: “Deve essere indipendente – riporta Il Messaggero possedere le qualità di un padre e di una madre allo stesso tempo. Le daremo un cuore particolarmente forte, capace di sopportare il dolore delle separazioni, di dare amore senza riserve, di offrire energie al marito nei momenti più difficili e di continuare a lottare anche quando è carico di lavoro è stanco“. La moglie di un carabiniere, prosegue Maria Rosa, ha l’aspetto dolce e la forza di un leone. Infine durante il dialogo, l’angelo fa notare a Dio che sul viso della donna c’una lacrima che le è stata donata dal Signore: “È per la gioia, il dolore, la solitudine e la fierezza che solo la moglie di un carabiniere prova ed è dedicata a tutti quei valori cui suo marito è legato e che lei farà suoi“. Maria Rosa, come riporta Il Messaggero, dopo aver letto la lettera è scoppiata a piangere davanti al feretro del marito sul quale è stata deposta una foto del loro matrimonio ed una maglia del Napoli, di cui Mario era tifoso.

Leggi anche —> Carabiniere ucciso a coltellate: gli USA si scagliano contro l’Italia