F1, Hulkenberg fa piangere la Renault: rischia per il 2020

0
256
Nico Hulkenberg
Nico Hulkenberg (Getty Images)

Grande delusione in casa Renault durante la gara di Formula 1 ad Hockenheim. Sia Daniel Ricciardo che Nico Hulkenberg ritirati, dunque zero punti portati a casa in una domenica che avrebbe invece potuto regalare buoni risultati.

Ma il pilota australiano è stato fermato da un guasto al motore, invece il tedesco è finito ko per un suo errore. Il rammarico è grande, perché stava lottando per la zona podio quando al 40° giro è finito contro le barriere. Il team non se l’aspettava, stava già pregustando la possibilità di conquistare un ottimo piazzamento in una stagione finora sotto le aspettative.

Formula 1, Hulkenberg appiedato dalla Renault: Abiteboul non lo esclude

Il team principal Cyril Abiteboul in un’intervista concessa ad Autohebdo.fr non ha nascosto la propria amarezza per quanto successo: «C’è enorme frustrazione, avevamo le tutti le lacrime agli occhi. Avremmo potuto andare in vacanza con più energia, sarebbe stato un bel regalo. La partenza era stata straordinaria, durante la gara avevamo preso le decisioni giuste e non siamo caduti nella trappola di volersi fermare troppo presto».

L’errore di Hulkenberg compromette la sua conferma in Renault, il contratto scade a fine 2019 e Daniel Ricciardo potrebbe avere un nuovo compagno nel 2020: «Siamo onesti – ammette Abiteboul –, questo errore arriva in un momento di importanti discussioni per il futuro. Lui lo sa. Abbiamo l’impressione che quando un buon risultato gli sta per arrivare, poi gli sfugga. Si auto-sabota. Dovrebbe lavorare a livello psico-analitico, ma non vuole. Ne abbiamo parlato, perché siamo preoccupati. Comunque non gli diamo del tutto torto per quanto successo».

A Nico è sempre stato riconosciuto un buon potenziale, però si tratta di un talento mai veramente esploso. Non ha avuto occasioni in top team e non è mai riuscito ad andare a podio nella sua carriera in F1. Domenica ad Hockenheim ha fallito una chance importante e nel weekend in Ungheria dovrà cercare di farsi perdonare, almeno in parte. C’è in ballo il suo sedile per il 2020 e diversi colleghi lo vorrebbero.

Abiteboul e tutti in Renault sperano che Hulkenberg riesca a reagire, consapevoli comunque che nel frattempo c’è una monoposto da dover migliorare tanto. In questo campionato 2019 di Formula 1 c’è la McLaren che coi motori della casa francese è davanti in classifica, una brutta beffa.