Chernobyl, niente è cambiato: la situazione fa ancora paura – FOTO

Chernobyl piante
Solo le piante sono sopravvissute senza contraccolpi a Chernobyl: perché? © Getty Images

A Chernobyl è stato osservato un fenomeno assai inquietante, dopo il disastro nucleare del 1986. “Serviranno migliaia di anni ancora”.

A distanza di più di 30 anni, a Chernobyl la situazione è ancora compromessa. Il 26 aprile 1986 si verificò una immane sciagura nella locale centrale nucleare in Ucraina, che portò grossi sconvolgimenti nella flora e nella fauna locali e causò anche lo spopolamento dell’area. Ad oggi c’è ancora una ‘zona di esclusione ‘di circa 30 chilometri quadrati entro i quali i livelli di radiazioni risultano essere ancora elevati rispetto alla norma. E secondo gli esperti, serviranno “decine di migliaia di anni” prima che i livelli di normalità possano ripresentarsi. Tra l’altro sono state scoperte anche altre aree di elevata radioattività non ancora rilevate in precedenza a Chernobyl. Tali zone sono state scoperte mediante l’utilizzo di una mappatura delle radiazioni avvenuta per via aerea, con l’utilizzo di droni capaci di rilevare nello specifico le concentrazioni di neutroni e raggi gamma. Ci sono voluti 10 giorni e circa 50 voli con l’impiego di una tecnologia ad alta risoluzione ed uno spettrometro avanzatissimo.

LEGGI ANCHE –> Carabiniere ucciso, ancora gravi insulti sul web da un’altra professoressa

Chernobyl, la radioattività è ancora su livelli massicci in certe aree

Una delle aree di maggiore interesse in tale senso è stata la Foresta Rossa, la cui vegetazione ha assunto tale colorazione proprio a causa dell’esplosione nucleare avvenuta a suo tempo, e che dista appena un chilometro dalla centrale. Fa da contraltare a questa situazione comunque una diminuzione della radioattività in altri punti. Nel frattempo la natura ha ricoperto tutto quanto l’uomo ha abbandonato. E c’è anche una spiegazione sul perché tutto sia morto, meno le piante. In merito a questo grave avvenimento si è parlato nei giorni scorsi per la presenza di una apprezzatissima serie tv dal titolo omonimo, ed anche per il suicidio di un uomo che prestò aiuto subito dopo il dramma. Rivedere in tv proprio questa serie tv ha fatto riaffiorare in lui ricordi troppo tremendi da sopportare.