GP Germania, la Mercedes si lecca le ferite: “È stata una lezione”

0
95
Lewis Hamilton, Mercedes (©Getty Images)

F1 | GP Germania, la Mercedes si lecca le ferite: “Weekend disastroso”

Per la legge dei grandi numeri almeno una volta nella stagione alle Frecce d’Argento doveva andare male e sebbene si sia soltanto a metà cammino, il fine settimana no è arrivato proprio in Germania dove sperava di più di brillare.

Leggi anche -> Mercedes, ko totale in casa: Hamilton e Bottas sbagliano tutto (VIDEO)

E’ vero, grazie alla retrocessione delle due Alfa Romeo Hamilton è riuscito ad artigliare un paio di punticini arrivati con il nono posto, ma è stato evidente come in condizioni di clima imprevedibile l’inglese abbia peccato di lucidità  andando a commettere due errore figli proprio della tensione, della paura di non riuscire a vincere. Una dimostrazione di debolezza psicologica che se la Ferrari fosse furba dovrebbe d’ora in avanti sfruttare a suo vantaggio.

E’ stata una delle gare più difficili che abbiamo disputato da molti anni a questa parte. Sicuramente ci sarà qualcosa che dovremo esaminare per capire cosa avremmo potuto fare diversamente”, ha ammesso Lewis al termine. “La vettura era difficile da guidare sull’asciutto in quanto l’avevo danneggiata nella mia prima uscita. Forse c’era qualcosa che non andava con le gomme. In ogni caso ho faticato tantissimo. E’ stato un weekend disastroso. Sono quindi contento che sia finito“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Se tutto sommato Ham ha ridotto i mali con un po’ di sana fortuna, non così bene è andata a Valtteri Bottas, finito violentemente contro la barriere. Uno sbaglio grossolano quello del finnico che potrebbe averlo messo in pericolo in ottica 2020.

Allo start siamo partiti alla perfezione, ma poi le cose hanno cominciato a complicarsi”, l’analisi del responsabile del team Toto Wolff condita con un mea culpa. “Gli incidenti e le interruzioni hanno reso tutto più duro. Noi stessi non siamo stati esenti da pecche anche a livello strategico“.

Quando Lewis è andato fuori in entrata di pit lane, non eravamo pronti con l’ala anteriore da cambiare e nella confusione abbiamo sbagliato scelta di gomme. E’ stata una brutta giornata, di quelle che servono da lezione per l’avvenire“, ha concluso filosofico il manager austriaco.

Chiara Rainis